Utente 206XXX
Buonasera a tutti voi,scusate il disturbo, sono preoccupata per mio padre 71 anni diabetico, in cura con cumedin per fibrillazione atriale (all'ultimo elettrocardiogramma tornato sinusale) e per pregressa (2006) angina con posizionamento di stent coronarico e insulina per diabete

Operato Aprile 2011 prostatectomia radicale
Istologico :adenocarcinoma prostatico di tipo acinare gleason score 4+3=7,con pattern terziario 5 (5%).la neoplasia coinvolge ambedue i lati della ghiandola, si estende ai tessuti periprostatici bilateralmente, infiltra la vescichetta seminale sinistra e i frammenti riferiti al collo vescicale sinistro inviati separatamente dall'operatore,ed è presente in corrispondenza del margine di sezione laterale sinistro, nessuna proliferazione neoplastica nei frammenti riferiti a collo vescicale e nei linfonodi(numero totale esaminati 1-8).

PSA post operatorio giugno 2011 : 0.04

Giugno 2011 - scintigrafia ossea negativa,

Luglio- agosto 2011 : ciclo di RADIOTERAPIA di 33 sedute con tecnica - VMAT irradiata loggia prostatica per una DFT=66GY CON FRAZIONAMENTO 2GY x 5gg/sett.Trattamento guidato con immagini Cone-beam Tc effettuate all'acceleratore prima della sedeta radioterapica e co-registrate con TC di centraggio ( IGRT)

Ottobre 2011 PSA: 0.16
Gennaio 2012 Psa :0.86
Febbraio 2012 PSa : 3.04
Marzo 2012 PSA 4.33

29 Marzo 2012 Eseguita Pet-globale corporea (con 18F-colina)

Nelle immagini precoci non si evidenziano aree di iperattività alivello della loggia prostatica. negli studi total-body si evidenzia un area di netta iperattività a livello del soma di D4. Niente da segnalare nei restanti segmenti corporei esaminati.
Il quadro Pet è suggestivo di ripresa della malattia a livello scheletrico nella sede descritta.

prescritta ormonoterapia : Decapeptyl ogni 3 mesi e casodex

Dal 24 al 27 Aprile 2012 - ha effettuato trattamento radiante non isocentrico stereotassico, ipofrazionato con cyberKnife sulla sede di malattina a livello dle rachide dorsale D4

Psa fine giugno 2012 : 0.79
testosterone inferiore a 0.50

Luglio 2012 sospensione Casodex continuando puntura trimestrale di Decapeptyl 11,75
Valori PSA sempre in discesa e poi stabili intorno allo 0,02

Luglio 2014 sospensioneTerapia ormonale .

PSA stabile 0,02 fino a Maggio 2015
Giugno 2015 PSA 0,07
Agosto 2015 pSA 0,39

Quesito :

Non riesco a capire se questo rialzo è già indicativo di ripresa di malattia e cosa mi consigliate di fare perchè i radioterapisti mi dicono di stare tranquilla e già me lo avevano detto quando il valore era 0,07 e in due mesi è già quintuplicato !!!
Scusa te tanto ma viste le esperienze precedenti ...quando il psa cresceva...abbiamo sempre avuto una cattiva sorpresa !!
Vi ringrazio tanto per la vostra gentile attenzione!!
Buon lavoro a tutti voi e grazie per quello che fate!!

[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Carissima, suo padre, a mio avviso, dovrebbe riprendere la terapia ormonale interrotta perchè il PSA è tornato dosabile e sta crescendo.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera gentilissimo Dott. Alongi, intanto grazie mille per la sua cortese risposta!
Mi scuso tanto se la disturbo nuovamente ma le volevo chiedere ulteriori delucidazioni riguardo al rialzo dei valori del psa.
E' "normale" dopo un anno di sospensione dell'ormonoterapia che il psa rialzi o è la "solita fortuna di mio padre"???
perchè ho avuto l'impressione che i radioterapisti si aspettassero questa cosa !!

Il problema (a mio modesto parere) e che i tempi si allungano...come le ho già detto mi hanno detto di ripetere il psa a distanza di 2/3 mesi e come ben sa l'ormonoterapia richiede un piano terapeutico che certamente non posso prescrivere io!! Ho intenzione di far ripetere a mio padre a distanza di un mese gli esami per poter anticipare un pò i tempi...concorda con me ??? entro quanto tempo secondo Lei mio padre dovrebbe ricominciare il trattamento ormonoterapico ???

Mi permetto di chiedere inoltre un altro chiarimento...
Ho letto più volte i suoi consulti e parla spesso di un valore 0,20 ng/mL ...
questo valore è già stato superato se mio padre ha 0,39 o si riferisce ad un valore superiore a 2, ...???

Grazie ancora per la sua attenzione.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Con una metastasi ossea(già irradiata), la malattia non è' più localizzata e il valore di 0.2 nel caso di suo padre non ha senso se usato come valore limite. In fase di malattia avanzata a distanza, la terapia ormonale è' la prima linea di scelta e il PSA deve essere indosabile. Talora, per una malattia minimale alcuni effettuano una terapia ormonale intermittente che serve a rallentare il possibile effetto di ormonorefrattarietà oltre che minimizzare i potenziali effetti collaterali del trattamento a lungo termine di deprivazione androgenica. Comunque, nel vostro caso, la riprenderei, come detto sopra. Qualsiasi altra valutazione più dettagliata del caso andrebbe fatta in ambulatorio con lo specialista che vi segue .


Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera gentile Dott. Alongi, grazie ancora per la sua risposta.
Vista la sua cortesia mi permetto di chiederle se secondo lei il fatto che mio padre da un anno circa assuma cumadin possa interferire o creare problemi con la ripresa dell'ormonoterapia per eventuali sanguinamenti vescicali?? .mio padre non lo prendeva nei due anni in cui ha fatto le puntura trimestrali di Decapeptyl ma assumeva solo cardioaspirina che in questo momento ha sostituito con cumadin per sopraggiunta fibrillazione atriale.
Le faccio questa domanda perchè per un certo periodo( assumendo Decapeptyl e cardioaspirina) ha avuto dei piccoli problemi di sanguinamento nelle urine che i radioterapisti hanno attribuito SENZA CERTEZZA al fatto che prendesse simultaneamente i due farmaci.

Non voglio rubarle altro tempo..e probabilmente da lontano non mi può aiutare!!
Ma sinceramente non so come muovermi...
Dopo il suo consulto sono tornata al centro di radioterapia dove seguono mio padre e niente è cambiato...alla data odierna mi hanno ribadito di ripetere il psa tra due mesi e poi di tornare a controllo!!
Come le ho già detto nella precedente mail ho intenzione di ripetere il psa ormai tra 15 gg ( a distanza di un mese dall'ultimo) ...ma nel frattempo a chimi posso rivolgere?? posso sentire l'urologo che segue mio padre ??? lui potrebbe , ovviamente se concorde, prescrivere l'ormonoterapia!!!

Mi scusi ma questa cosa mi sta assillando da 15 gg...soprattutto il senso di impotenza! Scusi lo sfogo da figlia preoccupata...
Grazie ancora.

Cordiali saluti.