Utente 291XXX
Salve a tutti,
ho 29 anni e soffro da anni di extrasistolia benigna.
Poichè c'è stato un episodio (circa 6 anni fa) in cui le extrasistoli sono comparse sotto sforzo (durante un ecg da sforzo) il mio medico cardiologo mi ha fatto indagare accuratamente la mia extrasistolia arrivando a farmi fare una RMN Cardiaca per scongiurare la presenza di displasia aritmogena del ventricolo dx.
Il risultato della RMN è stato negativo: nessuna displasia per fortuna.
Così il medico mi ha detto di tranquillizzarmi e di imparare a convivere con le extrasistole.
Premetto che sono un soggetto fortemente ansioso (in cura con Cipralex antidepressivo per ansia generalizzata da 2 anni e mezzo).

In un precedente Holter ho avuto un episodio notturno di Tachicardia Sopraventricolare Parossistica durato pochi minuti ma il medico cardiologo mi ha detto potrebbe essere dipeso da un sogno agitato.

Ora avverto, qualche volta, extrasistoli singole (non coppie ne triplette). In linea di massima in una settimana potrei non avvertirne neanche una oppure un massimo di 7 o 8 extrasistole a settimana.

Ultimamente ho fatto ulteriore visita cardiologica con ECOCARDIO e ECG risultato tutto nella norma. Mi è stata data una cura con Ritmonutra e Lucen 20mg per reflusso gastrico.

Siccome però, seppur poche, mi capita ancora di sentirne e di spaventarmi come fosse la prima volta le mie domande sono due:
- essendo passati diversi anni dalla mia RMN CARDIO dovrei farne un altra per confermare l'assenza di displasia aritmogena oppure quella che ho fatto è sufficiente?
- Ho letto che la RMN non è l'esame di elezione per diagnosticare la displasia. E' così? Se così fosse dovrei fare ulteriori esami?

Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
La RMN è l' esame di elezione (tra quelli non invasivi) per diagnosticare la displasia aritmogena.

Se lei non ha familiarità per morte improvvisa e se l'ecocardiogramma è normale non serve ripeterla.

Tanto più che lei avverte delle extrasistoli che potrebbero essere anche sopraventricolari.

[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Salve Dottoressa,
la ringrazio. Effettivamente non ho familiarità per morte improvvisa (per fortuna) e la RMN era negativa.
Se le mie extrasistole fossero sopraventricolari però potrebbero innescarmi una aritmia come la fibrillazione atriale, è giusto?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
No, le extrasistoli non scatenano una fibrillazione atriale, che tra l' altro è un' aritmia rarissima nei giovani.