Utente 302XXX
Gentile dottori a distanza di qualche mese mi rivolgo a voi per avere una delucidazione. Ho effettuato l'ultima visita dal mio andrologo a gennaio che ha escluso IPP. Per chi ha letto i miei messaggi precedenti sa che da dopo l'ematoma ho avuto per alcuni periodi un deficit erettile che oggi è "stabilizzato" ovvero vado a momenti. Sto continuando con la mia ragazza ad avere una normale vita sessuale ma da qualche mese a questa parte mi è tornato il dolore nella parte destra e al tatto sento la solita pallina. L'idea della malattia di Peyrone mi terrifica ma se ripenso all'ematoma non mi sembra impossibile purtroppo. Il dottore l'aveva esclusa non sentendo nulla dopo palpazione e dopo avere visionato il referto dell'ecodoppler ma io ripeto sento proprio in quel punto un nodulino. Ho sempre avuto il pene storto a destra ma non è mai stata una curvatura patologica quindi non so dire con certezza se si sia incurvato di più. Posso mandarvi una foto del prima e del dopo per avere un consulto? Come ultima cosa noto delle erezioni mattutine saltuarie e deboli.Secondo voi è il caso di risentire l'andrologo? Grazie per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lasci perdere le foto a distanza perché, senza una valutazione clinica diretta purtroppo, in questi casi poco di preciso, da questa postazione, le possiamo dire.

Ora la cosa più saggia da fare è forse riconsultare in diretta il suo andrologo di fiducia, visto il ripresentarsi del sintomo iniziale del dolore "nella parte destra del pene e che al tatto sente la solita pallina".

Rifatta la valutazione andrologica con il suo specialista di riferimento poi, se lo desidera, ci riaggiorni.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
va bene sarà fatto. La visita la ho il 24 settembre. Questa "pallina" la sento soltanto se premo forte e, tastando con indice e pollice, partendo dal basso e salendo di 1 o 2 cm la sento come formarsi perchè normalmente a un rapido controllo non sento una "pallina dura". Spero di essermi spiegato. Una placca di ipp dovrebbe sentirsi sempre in ogni modo? E poi ancora secondo lei non avendo avuto traumi a pene eretto si può escludere questa patologia? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da quello che ci racconta, anche se non vi è la storia franca di un trauma pregresso, purtroppo non si può, da questa postazione, escludere una I.P.P.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Secondo lei essendo stato visitato da 4 dottori che hanno escluso IPP e da un referto dell'ecodoppler che riporta "albuginea nella norma" posso diciamo, fino al 24 quando mi farò ricontrollare, stare tranquillo?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certamente!
[#6] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno scrivo oggi per aggiornare la mia situazione. Ho fatto la visita : alla palpazione non ho nulla, placche . indurimenti, niente di niente per fortuna. Il dottore ha poi con un ecografo guardato meglio la zona dolorante e non ha visto nulla. Ha aggiunto poi che "neanche chi si rompe il pene ha dolori che durano per cosi tanto". Insomma mi ha rassicurato. Si è risultato contrario all'ecodoppler che in tempi passati avevo fatto in quanto secondo lui per un soggetto giovane era prima da provare una terapia per bocca con qualche vaso dilatatore tipo cialis. Io questo doloretto e questa pallina continuo a sentirli ma sará allora una vena, non metto in dubbio il parere di un medico. Ultima domanda: una volta raggiunta l'erezione quanto queste dovrebbe durare per essere normale? Perche amici miei mi raccontano che basta loro stare vicino una ragazza per avere erezioni continue anche di mezz'ora, a me così non è mai capitato, se non sono io a stimolare il pene questo non rimane solo con l'immaginazione.

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sul dolore e la pallina sul pene rimandiamo il tutto al suo andrologo.

Per l'ultimo problema sollevato invece si possono ipotizzare, vista anche la sua età, forse un problema comportamentale, psicologico.

Risenta eventualmente, sempre in diretta, il suo specialista di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
buongiorno vi scrivo per aggiornare la mia situazione. La pallina si presenta sempre al atto ma visto che è stata esclusa qualsiasi forma di noduloecc non so cosa possa essere. una volta raggiunta l erezione la sento svanire dopo circa trenta secondi se non continuo meccanicamente a toccare il pene sia durante il rapporto che durante masturbazione. Ultimo sintomo sono le erezioni mattutine che sono assenti da circa un mese e quando si presenta sono deboli. Hanno una valenza clinica? Cosa mi sta succedendo se tutti gli andrologi hanno detto che non ho niente?
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da questa postazione difficile dirle cosa le è successo o cosa le sta succedendo; forse è bene risentire ora in diretta il suo andrologo di riferimento.