Utente 368XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni, molto spaventato dalla situazione in cui mi trovo. Praticamente oggi pomeriggio ho avuto un forte impatto allo scroto con perdita di sangue mentre camminavo su dei paletti disposti in fila. Ho mancato un paletto e scivolando ho sbattuto molto forte lo scroto su di esso. Non credo di aver battuto i testicoli perchè non ho provato dolore, ma fortunatamente ho preso in pieno il centro della sacca. Il dolore era diverso dal classico colpo nei testicoli, anzi era assente, era un dolore pizzicante, dovuto molto probabilmente alla lacerazione, fortunatamente, superficiale. Ciò che penso è: " e se ho avuto qualche trauma alla regione interna che abbia potuto compromettere la fertilità ? ". Comunque corro a casa e spaventato, disinfetto. Mi pervade l'idea che io non possa avere più erezioni o comunque avere le stessa capacità erettile. Non ho mai avuto problemi di impotenza, ma la sera esco con la mia ragazza e le parlo dell'accaduto e mostrandole la ferita era fuoriuscito un liquido biancastro e mi sono preoccupato non poco. Comunque sia, verso fine serata, in macchina, appartatoci, inizio a baciarla e da lì comincia il tormento, nessuna erezione. Non mollo e continuo ad andare avanti, siamo stati una serata fuori quindi stasera non ho avuto un rapporto sessuale completo, ma comunque ho iniziato a toccare zone del corpo che avrebbero dovuto farmi ottenere un erezione completa, dato che in precedenza bastava un semplice bacio. Ciò che ottengo è un ingrossamento del pene dovuto ad eccitazione ma non un erezione , comunque lei da qui inizia a masturbarmi, qui finalmente la ottengo. Non raggiungo l'orgasmo, perché dopo circa 7 minuti e più ero ancora a zero. Comunque lei si è fermata col braccio dolorante e mi ha assicurato che non ho da preoccuparmi, dato che si tratta sicuramente di una componente psicologica. Credo anche io si tratti di questo, la paura di non riuscire più ad ottenere un erezione in seguito al trauma subito è la fonte stessa della impotenza serale. Comunque sia, tornato a casa, abbasso le mutande e sono intonse di sangue e dalla ferita esce un liquido biancastro, preoccupato inizio a tastare è sembra essersi formato una specie di inspessimento, come se la forma del mio scroto fosse cambiata, inoltre noto una leggera traslocazione del testicolo sinistro. Ho provato a stringere il destro ed ho provato, ovviamente, dolore, ma stringendo l'altro testicolo non sono riuscito a probare dolore immediatamente, ma solo dopo aver stretto molto forte. La preoccupazione sale moltissimo e provo a masturbarmi ma, aihme, non ottengo erezione.
Mi scuso per la lunghezza del testo, ma spero mi diate una risposta rassicurante, io non ho mai avuto problemi di impotenza, anzi.. Spero vivamente che sia una questione psicologica, perché sono davvero molto spaventato, è come se ci fosse un ematoma, viola e rosso, perde sangue e liquido bianco, sono disperato, spero vivamente in un miglioramento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non trovo motivazioni per preoccuparsi in tal modo,anche ,e, soprattutto,perché i testicoli non partecipano al meccanismo erettile né producono sperma.Comunque,onde evitare voli di fantasia,contatti uno specialista reale e ne approfitti per eseguire uno spermiogramma di routine ed,eventualmente,un'ecocolordoppler scrotale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta, quindi devo supporre si tratti di qualcosa di psicologico ? Si già avevo intenzione di contattare uno specialista, ma volevo prima far rimarginare la ferita, in modo che lo strumento non passi sullo scroto in queste condizioni, ho paura che attraverso il taglio possano entrare microorganismi. La ringrazio ancora, saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non ho mai pensato che possa trattarsi di un fenomeno psicologico,infatti le ho consigliato di contattare un andrologo esperto.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
Grazie, comunque stamattina mi sono svegliato con un'erezione, il problema è che ho notato un forte calo della libido, già da ieri sera, vedrò come vanno le cose oggi, in ogni caso, domani mi recherò da un andrologo.
[#5] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore
Non mi sono più recato da uno specialista per il semplice fatto che ho la temperatura corporea alta e febbre, ora ho 39 e un quarto più o meno, ciò che penso è che il calo del desiderio e la temporanea disfunzione sia causata dalla febbre, vorrei sapere con certezza se possa trattarsi di questo.
La ringrazio in anticipo
Cordiali saluti