Utente 238XXX
Buongiorno,
mia mamma (70 anni) è in cura per ipertensione da 25 anni.
Assume giornalmente più farmaci per l'ipertensione.
A volte è capitato che i valori pressori non fossero più nella norma e per questa ragione i medici hanno modificato la terapia in modo da ottenere nuovamente valori pressori nella norma.
Il 28/08/2015 e il 31/08/2015, nonostante fosse da molto tempo che aveva la pressione a valori nella norma, ha subìto una crisi ipertensiva.
Così entrambe le sere è finita al pronto soccorso dove le sono stati fatti accertamenti.
La prima sera (28/08) è stata sottoposta a RX torace che ha dato il seguente esito:
Ombra cardiaca lievemente ingrandita con modesto ampliamento delle ombre ilari.
Non si osserva versamento pleurico.
Non addensamenti parenchimali a focolaio.
L'esame obiettivo riporta:
lieve edema peripalpebrale
EOt. mv aspro difffuso
EOA: addome globoso, trattabile, lievemente dolente e dolorabile nei quadranti superiori.
EOC: toni validi, ritmici, soffio sistolico 2/6
succulenza arti inferiori
polsi periferici normoisosfigmici
ECG: BBdx, RS
Il medico ha fatto eseguire un ecocardiogramma del quale gli esiti sono i seguenti:
Misure M-Mode
IVSd 1,1cm
LVIDd 5,1cm
LVPWd 1,1 cm
IVSs 1,1 cm
LVIDs 3,6 cm
LVPWs 1,7 cm
EDV (Teich) 125 ml
ESV (Teich) 55ml
EF (Teich) 56%
%FS 29%
SV (Teich) 70ml
Diam. Radice Ao 2.8 cm
LA Diam 3.7 cm
LA/Ao 1.31

Commento
Ventricolo sin. di dimensioni e spessore delle pareti ai limiti superiori della norma con funzione sistolica globale e segmentaria ancora conservate (FE ispettiva: 55%). Atrio lievemente dilatato.
Cavità dx lievemente dilatate, ma normocontrattili. Iao, IM ed IT lievi con ipertensione polmonare (PAPs 45 mmHg). Pericardio di norma.

Cosa ne pensate?
Grazie in anticipo a chi risponderà!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L ecocardiogramma che lei riporta è piuttosto tipico per una persona ipertesa. La presenza di ipertensione polmonare e di un blocco di branca destra fa inoltre pensare che sua madre presenti anche problemi polmonari ( è in sovrappeso? è stata esposta a lungo a polveri? È fumatrice?)
Sarebbe inoltre importante conoscere la terapia in atto
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Illustre Dr. Maurizio Cecchini, La ringrazio per la risposta!!!
In sovrappeso direi di sì (Al momento non so dirLe altezza e peso, ma direi proprio che il sovrappeso c'è!!! Magari è anche classificabile come obesa più che in sovrappeso!!!)!!!
Per quanto riguarda il fumo mia mamma non fuma!!! (e neanche beve caffè né alcolici)
Ha respirato polveri di fibre sintetiche quando lavorava in filatura all'età di 23 anni (47 anni fa).
Ha lavorato in filatura per meno di un anno. Mi ha riferito che in filatura c'era della polvere, ma non
molta.
La terapia in atto al momento è:

Norvasc una compressa da 10 mg al giorno
Cardura compresse da 2 mg (una pastiglia e mezza al giorno per un totale di 6 mg)
Ramipril compresse da 5 mg (tre al giorno)
Alprazolam compresse da 0,50 mg due compresse al giorno
Catapresan TTS-2 5 mg cerotti transdermici (uno alla settimana)
Lormetazepam 2,5 mg/ml 10 gocce prima di andare a dormire tutte le sere

Dopo i due accessi in pronto soccorso di questi ultimi giorni (28/08/2015 e 31/08/2015) il medico di pronto soccorso ha aumentato la dose di Ramipril da due compresse al giorno a tre compresse al giorno. Questa modifica è stata approvata dal nostro medico di medicina generale che ha anche aumentato l'alprazolam da una a due compresse al giorno.

Ciò che io mi chiedo è: i problemi cardiaci riscontrati sono gravi? Sono curabili?
L'ipertensione polmonare è grave? È curabile?
Che cos'è il blocco di branca destra? È grave? È curabile?
Lei parla di possibili problemi polmonari: che tipo di problemi possono essere?
La ringrazio sentitamente per il riscontro!!!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il problema principale è un corretto controllo dei valori pressori.
Personalmente sconsiglio l uso degli alfa litici come il Cardura nell anziano dal momento che spesso portano ad ipotensione brusche. Per ciò che riguarda il ramipril ( ottimo farmaco) questo potrebbe essere sostituito da un altro Ace inibitore con una emivita più lunga in modo,da,coprire con una sola somministrazione le 24 ore ( lisinopril o quinapril) magari con l aggiunta di piccole dosi di diureticomtiazidico, visto che la paziente è obesa .
Fondamentale è la idratazione e la,dieta senza sale aggiunto.
Il blocco di branca destra non è niente di pericoloso, la modesta ipertensione polmonare potrebbe essere il frutto di una ipertensione arteriosa che dura negli anni con conseguente riduzione della diastole.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Illustrissimo Dr. Maurizio Cecchini,
La ringrazio sentitamente per le Sue risposte!!!
Terremo conto di quanto ci ha detto!!!
E se fosse veramente l'ipertensione che ha causato una riduzione della diastole con conseguente ipertensione polmonare?
Sarebbe grave? Sarebbe curabile?
Ancora grazie e saluti!!!