Utente 985XXX
salve vorrei porvi in quesito la mia situazione,
e' da circa un anno che soffro di un fortissimo prurito vulvare che e' localizzato sulla parte esterna delle grandi labbra,ho effettuato colposcopia per laser fatto per eliminare un cin 2 il ginecologo al quale ho richiesto un consulto mi disse che sicuramente era dovuto alla candida effettuato la cura prescritta ovvero difulca, non ne ho trovato sollievo, a Maggio mi sono recata da un altro ginecologo il quale visitandomi non ha trovato nulla di strano a sua detta solo una notevole secchezza alle grandi labbra e mi ha detto di mettere alkagin il quale pero' mi peggiorava la situazione ora sono in attesa di un ulteriore visita ginecologica e di una dermatologica visto che appunto sulle grande labbra ho tutte piccole bollicine che mi creano prurito e che una volta grattate formano delle piccole crosticine non e' herpes perche il ginecologo lo ha escluso...le paragono le bollicine al mio eczema disidrosico a me sembrano uguali si formano queste piccole viscicole.
la pelle a forza di grattarla si presenta tipo pelle dii elefante e molto ma molto secca. Pochi giorni fa mi sono resa conto che ho un linfonodo inguinale un po ingrossato e non dolente che centri qualcosa con questa situazione??
certi di una vostra risposta ringrazuio abnticipatamente per la disponibilita'

ps: ho trovato maggiore sollievo nell'effettuare bidet con tee tree oil, ho letto che per la forte secchezza potrebbe servire una crema a base di vitamina E posso prenderla?? e il prurito si accentua molto quando sudo visto jeans o con il notevole caldo dell'estate.
Io ho molta paura perche ho letto che i tumori della vulva il sintomo e' il prurito, posso escluderlo viste le due visite ginecologiche effettuate.

Grazie ancora
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante escludere con una vulvoscopia ed eventuale biopsia mirata una dermatosi cronica : lichen ( simpex cronico,sclerosus, planus), psoriasi .aftosi, vulvite plasmacelulare.
Non consiglio di sottoporsi a terapie senza una diagnosi certa,
In questi casi di prurito incessante per evitare "lesioni da grattamento " si consiglia l'uso di antistaminici sistemici.
Altri consigli sono quelli di usare indumenti intimi di cotone , non colorati , di usare detergenti non molto profumati e non molto aggressivi.
I profumi possono favorire fenomeni di sensibilizzazione e reazioni cutanee.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 985XXX

Iscritto dal 2009
Salve Dottore e grazie per la sua risposta,
secondo quello che mi ha risposto sono andata a fare delle ricerche e forse quello che potrebbe avvicinarsi di piu e' il lichen simplex non ho placche bianche e sinceramente visto il lichen sclerosus e i suoi sintomi, quindi secondo il suo parere potrei escludere un tumore alla vulva sono giovane ho 30 anni, volevo chiederle anche se potesse centrare qualcosa, ho partorito da due anni e noto se lo strizzo una perdita lattigginosa da un solo seno (sembra colostro<) potrebbe trattarsi di ipotiroidismo, anche la notevole secchezza vulvare attendo sue notizie.
grazie