Utente 805XXX
Salve,
ho bisogno di avere un chiarimento su un argomento delicato.
Io e mio marito cerchiamo di avere un figlio da 13 mesi ormai invano...abbiamo cominciato a fare qualche controllo...
le riporto lo spermiogramma
ph 7.7 (val.normali) 7.2-8
spermatozoi 48.000.0000 (val.norm >20.000.000)
motilità rapidamente progressiva (A): dopo 1 ora:12% dopo 2 ore:15% dopo 3 ore 10%
motilità debolmente progressiva (B): dopo 1 ora:18% dopo 2 ore:20% dopo 3 ore 15%
motilità in situ e non progressiva (c): dopo 1 ora:34% dopo 2 ore:32% dopo 3 ore 36%
spermatozoi immobili: dopo 1 ora:36% dopo 2 ore:33% dopo 3 ore 39%

sermatozoi con motilità A+B....14.400.000 (VAL NORM 10.000.000)

spermatozoi normali 22% (val. norm >30%)
spermatozoi abnormi 78%
spermatozoi vitali 80%
non vitali 20%

conclusioni astenozoospermia media
teratozoospermia lieve

Mio marito non ha ancora fatto una visita andrologica...ma mi sorge un dubbio............ho notato che ormai da diverso tempo....quando non abbiamo rapporti completi ....il liquido seminale non fuori esce "schizzando" ...anzi...è come se non avesse spinta....quasi si riversa.....e che sul dorso del pene ha una macchia biancastra come una porzione di pelle schiarita e con la pelle più sottile che in alcuni periodi si squama..........mi chiedevo se potesse esserci un collegamento tra mancato concepimento-spermiogramma-"caduta"liquido seminale e macchia biancastra..
Capisco che possa essere difficile fare questo raffronto...ma mi chiedevo se in base alla sua esperienza si potesse lanciare una qualche ipotesi di diagnosi...che ovviamente andrà supportata da una visita.....grazie per l'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cari lettori,
prima di tutto non possiamo arrivare ad una diagnosi di dispermia senza almeno un'altra valutazione del liquido seminale. Prima di procedere verso questa nuova indagine vi direi però di prendere un contatto diretto con un andrologo della vostra zona, esperto in patologia della riproduzione umana. Sarà lui ad indicarvi l'eventuale laboratorio di seminologia dopo ripetere questa indagine. Sulle correlazioni e sulle ipotesi diagnostiche che ci chiede di fare poi l'unico pensiero che posso invocare è una eventuale infiammazione delle vie seminali. Ma questa "diagnosi", senza conoscere a fondo la vostra storia e senza una valutazione clinica precisa e diretta, è veramente molto, ma molto azzardata.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la tempestiva risposta.
Ho dimenticato di dirle che queste analisi su riportate erano le seconde a cui mio marito si è sottoposte...
le sottoscrivo il primo esito che era stato fatto da un altro laboratorio di analisi
ottenuto per ipsazione
astinenza 4 giorni
volume cc:1,8
colore:biancastro
aspettopalescente
odore:sui generis
gelificazione:normale
Omogeneizzazione:normale
viscosità:normale
nemaspermi 95 milioni
progressione rettilinea 70%
progressione vibratoria 10%
progressioe ondulatoria 10%
progressione rotatoria 10%
mobilità:
dopo 1 h vivacemente mobili 30% discretamente mobili 35% immobili 35%
dopo 3 h viv.mob. 25% discr mob. 30% imm 45%......dopo 24h viv mob 5%, discr mob 10%, immobili 85%
forme tipiche 75% forme immature 5%
forme ipermature 10% forme gegenerative 10%
germi 3-6 leucociti 6-10 spermatogoni 4-8. indice fertilità 6,6 ph 8,2
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
sono esami fatti sicuramente in due laboratori diversi. Noto ad esempio che il parametro morfologia è completamente rovesciato. Questo dato ci indica che sicuramente il primo laboratorio , cioè quello che ha fatto l'esame che ci allega in questo suo ultimo intervento, non è molto aggiornato. Quindi le rivolgo a maggior ragione l'invito a prendere un contatto diretto con un andrologo della vostra zona, esperto in patologia della riproduzione umana. Sarà lui ad indicarvi l'eventuale laboratorio di seminologia dove ripetere per bene questa indagine.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

mi sembra che i caratteri del secondo esame seminale possano essere tranquillizzanti circa il vostro desiderio di avere una gravidanza.
E' ovvio che diventa importante fare, dopo circa 20-30 giorni un terzo esame ( nel secondo laboratorio) per vedere se i dati vengono confermati.
Le problematiche di suo marito dovrebbero essere analizzate da uno specialista anche non mi sembra abbiano i cartteri di malattia che possa interferire con la fertilità
cari saluti