Utente 390XXX
Salve, il mese scorso mi sono sottoposta ad un ecocolordoppler arti inferiori perchè avevo il piede sinistro gonfio e infiammato. Questa condizione mi capita spesso nel periodo estivo e mai d''inverno. Il mio medico mi ha più volte consigliato di fare questo esame e così mi sono decisa a farlo. Mi è stata diagnosticata una iniziale incontinenza della valvola ostiale sinistra, e il medico mi ha detto che in inverno devo portate le calze a compressione graduata 70 den e prima dell''estate prendere delle compresse di linfadren per la circolazione. Devo dire che sono un pò preoccupata di come si evolverà questa cosa col tempo e vorrei sapere a cosa potrei andare incontro. Inoltre vorrei sapere se c''è qualche terapia particolare da seguire e con quale frequenza dovrò sottopormi all''ecocolordoppler. L''infiammazione appena sotto il polpaccio in direzione della caviglia a volte si ripresenta anche se in maniera più lieve e poi di mattina ho spesso dei crampi. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà la difficoltà di fornirLe valutazioni che risultino più attendibili di chi ha potuto osservarLa dal vivo.
La possibilità che una insufficienza venosa "iniziale" possa comportare un edema con "infiammazione" di una estremità meriterebbe forse un maggiore approfondimento al fine di vagliare ed escludere con certezza altra origine.
L'elastocompressione è in ogni caso indicata e il supporto di integratori puà essere di qualche utilità.
Altri fattori andrebbero presi in esame: familiarità per affezioni venose, attività lavorativa o sportiva, affezioni o assunzione di farmaci concomitanti, ecc.
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per avermi risposto così presto... volevo precisare che il gonfiore al piede sinistro (e mai al destro) in estate, mi è capitato per la prima volta quando avevo 20 anni, ora ne ho 41... ho sempre attribuito questa cosa al fatto che le vene col caldo si gonfiano... e l'ecocolordoppler che ho fatto in un certo senso mi ha dato una spiegazione. Come dice lei quale potrebbe essere un'altra causa? Non faccio sport ma passeggiate e durante la giornata sono sempre in movimento...
[#3] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
mi scusi se la disturbo ancora ma c'è una cosa che ho dimenticato di chiederle, mi è possibile andare al mare o è sconsigliabile? grazie
[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Non è possibile rispondere a questa domanda in assenza di una diagnosi certa.
L'esposizione prolungata al calore potrebbe essere in ogni caso sconsigliata.
[#5] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Salve, vorrei chiederle che tipo di sport potrebbe andare bene per me e quale devo assolutamente evitare. Premetto che pratico cyclette da camera - non in palestra - per 20 minuti al giorno e quando posso faccio passeggiate all'aria aperta. Grazie.
[#6] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile Signora,
purtroppo la Sua condizione non è del tutto definita e comprensibile a distanza, poiché l'origine dell'edema non è stata chiarita con certezza (insufficienza venosa? Linfedema? Sindrome postflebitica? Malattia sistemica a sfondo "reumatoide"?).
Si tratta di entità diverse che richiederebbero diverso trattamento e comportano sostanziale differenza anche nelle indicazioni che richiede.
[#7] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Si tratta di insufficienza venosa...
[#8] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Mi scusi, ma PER QUANTO DESUMIBILE A DISTANZA non mi sembra che su questa diagnosi vi sia una ragionevole certezza, come ebbi già a dirLe in precedenza:
"La possibilità che una insufficienza venosa "iniziale" possa comportare un edema con "infiammazione" di una estremità meriterebbe forse un maggiore approfondimento al fine di vagliare ed escludere con certezza altra origine.".