Utente 142XXX
Buongiorno,
sono affetta dalla nascita da prolasso mitralico con lieve rigurgito, sintomatico, con palpitazioni e affaticabilità. Tre settimane fa ho iniziato una terapia con propranololo, 5 mg due volte al giorno. Negli ultimi mesi ho riscontrato una minore tolleranza agli sforzi rispetto al solito. In situazioni di stress psicologico mi sono capitati, l'ultima volta oggi, episodi con battiti accelerati, dolore sotto la scapola sinistra e alle dita della mano, formicolio al braccio sinistro, e dopo qualche minuto sensazione di calore al collo e al volto e agitazione. Ho preso 5 mg di inderal (anticipando la dose di un'ora) e dopo una mezz'ora abbondante i sintomi sono passati. Mi chiedevo se questi sintomi possano essere attribuiti al prolasso o ad un'altra patologia. L'ultimo test sotto sforzo che ho effettuato risale a 2 anni fa.
Vi ringrazio in anticipo.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In realtà non c è una motivazione scientifica di questa sindrome cosiddetta da prolasso mitralico.
Va inoltre detto che spesso si parla erroneamente di prolasso mitralico che è una malattia seria e che porta spesso all intervento chirurgico,. La maggior parte dei caso sono in realtà degli atteggiamento prolassante di uno dei lembi mitralici.
Detto questo il dosaggio di 5 mg è veramente irrisorio per una persona adulta., dal momento che solitamente se ne prescrivono 20 mg due tre volte al giorno.
Arrivederci.
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno dottore,
la ringrazio per la risposta. Nel mio caso ho inspessimento di entrambi i lembi e lieve rigurgito. La valvola ha anche un atteggiamento mixomatoso. Questo può incidere sulla sindrome?
Ho la sensazione che la mia reazione sia a volte spropositata a fronte degli stimoli esterni. Questo dolore sotto la scapola si manifesta talvolta anche dopo aver salito due piani di scale.

Cordilamente.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ha descritto benissimo i suoi sintomi,.
Esegua un ECG sotto sforzo su cicloergometro o tapis roulant, al fine di osservare i comportamenti del ritmo delò suo cuore sotto sforzo.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per il consiglio. Effettuerò il test quanto prima. Le chiedo un ultimo consiglio: i test che ho effettuato in passato sono sempre stati sottomassimali per esaurimento muscolare. Sono abbastanza sicura che accadrebbe di nuovo. Esistono alternative?

Arrivederci a lei.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
l importante è che sia massimale per lei.
cioè che esegua un test al
massimo delle sue forze
arrivederci