Utente 390XXX
Buonasera a tutti,
Sono un ragazzo disabile di 23 anni ancora digiuno da esperienze sessuali e scrivo chiedendovi un aiuto data la difficoltà a masturbarmi in modo "classico", che mi sta facendo preoccupare in caso di un futuro rapporto sessuale. Questa difficoltà penso sia dovuto alle condizioni congenite del mio prepuzio e del mio frenulo.
Fin dalla nascita il mio pene è naturalmente scoperto, con il prepuzio che non riesce mai a coprirlo totalmente. Non ho mai dovuto fare alcuna "manovra" per imparare a far andare su e giù la pelle.
Lungo la circonferenza del pene la pelle del prepuzio scorre (da sempre) su e giù, ma non allo stesso modo: infatti essa non è presente lungo tutta la circonferenza, bensì al di sotto del frenulo è quasi inesistente; il risultato è che il prepuzio non sale a coprire il glande nelle vicinanze del frenulo, lasciandolo lì totalmente scoperto e impedendo quindi anche al resto della pelle di coprirlo in toto. La pelle del mio prepuzio è simile a un "bavaglino" rivolto all'ingiù, finissimo sotto il frenulo e normale nel resto della circonferenza, che imbavaglia la punta del pene sempre scoperta.

Probabilmente ciò è dovuto a un frenulo leggermente corto: il mio pene è infatti leggermente incurvato verso il basso. Ho fatto due visite specialistiche a 2 e 11 anni ma i medici hanno detto che l'intervento non era necessario ed era solo un problema estetico. Ho iniziato a masturbarmi a 16 anni e a 17, a seguito di una masturbazione, ho causato la rottura del frenulo senza darci però troppo peso.

Il problema nella masturbazione è che facendo scorrere la mano lungo il pene, la pelle scorre e sale là dove è presente, causandomi piacere ma ovviamente ciò non avviene là dove la pelle è assente. essendo il prepuzio fine: questo causa un'impossibilità nel raggiungere l'eiaculazione (comunque scarsa e con scarso piacere sessuale) se non dopo la mezzora, creando a lungo andare un leggero fastidio in tutta l'area dove il prepuzio non scorre. La situazione migliora usando creme che migliorano l'aderenza. Aggiungo che quando il pene è in erezione, toccando il frenulo con un dito esso mi causa fastidio.
Mi masturbo quindi facendo aderire il glande alla parte di pelle presente, fino a coprirlo quasi totalmente.
Non ho mai fatto caso a tutto ciò, però da un po di tempo ho timore di provare dolore durante un rapporto sessuale che mi costringa a interromperlo o che comunque mi causi scarso piacere sessuale.

Ho provato a spiegare la situazione come meglio posso, spero mi sapiate aiutare. Grazie mille.




Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che sia affetto da ipospadia,patologia malformativa dell'uretra che prevede il posizionamento del meato uretrale in sede anomala,più verso il basso,con conseguente preponderanza del prepuzio.Va da se che le ipotesi vadano confermate da una visita diretta.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dottor Izzo,
La ringrazio per la sua veloce risposta. Le premetto che non ho ancora effettuato la visita, ma dando uno sguardo veloce su Internet ho verificato che effettivamente sono affetto da ipospadia.
Verificando e confrontando il mio caso, tuttavia, ho notato che il meato è praticamente nelle vicinanze della punta del glande, o è di pochissimo spostato dalla posizione in cui dovrebbe essere, e la curvatura è presente ma lieve.

Come ho già scritto ho effettuato due visite negli anni precedenti: di una non ricordo praticamente nulla, (ero molto piccolo), una seconda l'ho effettuata verso i dodici anni e ho ricordi più distinti: ricordo che mi è stata infilata una sorta di lunga cannuccia dentro il pene per verificare se fossero presenti o meno malformazioni lungo il canale e per calcolare la curvatura dello stesso. L'esito della visita è stato sostanzialmente positivo: hanno ritenuto l'operazione chirurgica non necessaria e il tutto perfettamente funzionante, avvertendo i miei che gli unici "problemi" sarebbero stati di tipo estetico. Non mi sono quindi mai operato.

Premesso ciò volevo chiederle se l'ipospadia lieve ha conseguenze sulla vita sessuale di chi ne è affetto. Al di là dell'estetica. ci sono ripercussioni per quanto riguarda una penetrazione dolorosa? O vi è la possibilità di soffrire. data la leggera curvatura dell'asta. di eiaculazione scarsa/precoce, e provando uno scarso piacere sessuale? La ringrazio nuovamente per ogni risposta che mi fornirà.

Cordialità