Utente 388XXX
Buongiorno, spero di ricevere una Vostra risposta.
Sono in amenorrea da febbraio 2015, ho eseguito gli esami del sangue (tutti nei valori corretti) e i dosaggi ormonali. Mi sono stati dati Chirofol 500 e agnocasto, ma non ho comunque avuto il ciclo.
A fine luglio mi è stato dato Dufaston per 10 giorni ma anche questa cura non ha avuto esito positivo. È normale? A inizio settembre mi è stato dato Naemis per 6 mesi circa e poi dovrò fare un altro controllo. Ho le ovaie policistiche.
Vorrei chiedere se Naemis mi farà tornare sicuramente il ciclo e quali esami potrei fare per capire meglio l'origine del mio problema. Spero proprio in una risposta, sono già stata da molti medici ma nessuno ha ancora chiarito i miei dubbi. Grazie
Cordiali Saluti
[#1] dopo  
390163

Cancellato nel 2017
Buongiorno, non è semplice rispondere al suo caso soltanto da quello che scrive su internet, anche se ha esposto tutto molto chiaramente.
Naemis può essere una buona terapia in questo caso, ma non si può avere la certezza a priori che risolva tutto.
D'altra parte in una ragazza giovane come lei, con policistosi ovarica,ma con esami ormonli nella norma starei comunque ragionevolmente serena.Può rispecchiare una situazione transitoria che con puù o meno aiuti farmacolgici può essere risolta.
Spero di aver fugato qualche suo dubbio e resto a disposizione.
[#2] dopo  
388459

dal 2015
La ringrazio per la Sua cortese risposta.
Secondo Lei, dovrei fare altri esami o visite specialistiche? Naemis rischia di farmi ingrassare? Ho letto molti pareri negativi sulla TOS.
La ringrazio nuovamente,
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
390163

Cancellato nel 2017
Buonasera, prima di riponderLe le voglio fare un paio di premesse.
1) E' difficile risponder senza conoscerLa come paziente e conoscere tutta la sua storia.
2) Nel suo caso ( come in molti alti modi in medicina) ci sono tante maniera per intervenire a seconda delle scuole ciò non significa che una sia sbagliata o superiore all'altra.
Personalmente io non farei altri controlli ematici, e piuttosto che neamis avrei usato un farmaco a più basso contenuto ormonale ( anche se nella mia prima risposta ho comunque scritto che naemis può essere una buona soluzione) .
Io su una ragazza giovane che ha come unico sintomo l'amenorrea avrei usato una più comune pillola anticoncezionale,ma come detto questa è solo una delle possibili terapie.
Gli effetti collaterali sono molto soggettivi a seconda di come il suo corpo risponde agli ormoni e comunque ho capito che si tratta di una soluzione temporanea che poi verrà sospesa.
Le consiglio solo di trovare una persona che la accompagni in questo percorso e di cui si fidi e possa essere in costante contatto.
Buona setta