Utente 270XXX
Salve, sono una paziente con connettivite in terapia con delcortene 5 mg , plaquenil 400 mg, folina e omeoprazolo. Premettendo che non ho mai avuto problemi renali ma mia madre aveva un lupus e ho una nipote con una glumerolosclerosi focale sigmentaria, ho iniziato l'inverno scorso ad avere urine color coca cola e nelle urine del mattino perdita di emoglubina, eritrociti con valori di circa 50. A seguito ho effettuato un ecografia dove risultano spot iperecogeni a livello di entrambei reni , nessun calcolo e nessun segno di ostruzione, il resto tutto nella norma. Da circa quattro mesi ho iniziato ad avere proteinuria nelle urine della mattina, a volte 20 a volte 50. Facendo le varie raccolte delle 24 ore risulta una proteinuria di 245 su valore max 150 ( proteinuria lieve ) che si alterna fino ad arrivare a circa 500 quando il valore della mattina aumenta. Mi è stato detto dal nefrologo che puo dipendere dalla patologia di base e che non necessito per ora di biopsia ma che devo tenere sotto controllo con delle raccolte ogni 15 giorni il tutto ed iniziare una terapia con sinvastatina e triatec. Vorrei un vostro parere, e vorrei chiedervi, dal momento che ho il colesterolo inferiore alla norma gia di mio e la pressione bassa se questa è l'unica terapia nefroprotettiva o ce ne sono altre. Inoltre non so se preoccuparmi di questa situazione in quanto non avendo mai sofferto di reni la cosa mi è del tutto sconosciuta! Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gerardo Donnarumma
20% attività
4% attualità
0% socialità
GRAGNANO (NA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2015
Gentile utente, innanzitutto sarebbe utile sapere se questi episodi di urine color "coca cola" si verificano successivamente a qualche episodio influenzale o tipo "mal di gola", poi non mi è ben chiaro cosa intende per "il valore della mattina aumenta"; in ogni caso è sicuramente utile che lei ripeta un esame delle urine delle 24h assicurandosi di fare la raccolta nel modo corretto e le posso confermare che la la terapia che le è stata data ha sicuramente un ruolo nefroprotettivo (soprattutto il ramipril) e i valori della proteinuria che lei ha riportato non devono destarle particolari preoccupazioni, continui i controlli che già sta facendo e segua le indicazioni del suo nefrologo di fiducia. Cordialità
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, la ringrazio della sua gentile risposta,
gli episodi di urine color coca cola sono stati verificati nel tempo proprio facendo attenzione a qualsiasi fattore che potesse essere scatenante ma purtroppo non ho avuto nessun batterio e nessuna influenza. Il valore della mattina è inteso come il valore che risulta dall'esame delle urine del mattino , "aumenta" significa che se nelle urine della mattina di oggi ho 20mg di proteine,tra una settimana avrò 30 mg, tra dieci giorni 50 mg, pertanto solitamente nell'esame delle 24h che faccio abbinato a quello della mattina, avrò una proteinuria di 245 mg su 20 mg, di 350 mg su 30 mg, e di 500 mg su 50 mg. Per ora il massimo valore che è stato riscontrato è 600 mg nelle 24 h su 50 mg in quelle del mattino. Sia il nefrologo che il reumatologo del centro dove sono seguita sono concordi nel triatec , per le statine invece la reumatologa vorrebbe aspettare, in quanto avendo una connettivite potrebbe aumentare gli spasmi muscolari. Io spero solo che questi valori non vadano oltre, continuerò comunque a monitorare la situazione come mi hanno detto.
Di nuovo grazie,
Cordiali saluti