Utente 101XXX
Salve Dottore ho un problema erettivo ma non riesco a capire da cosa dipende. Soffro di prostatite cronica da diversi anni e da Peyronie peniena con una placca da 1 cm che sto curando con una terapia multimodale.
La terapia mi ha quasi tolto completamente i sintomi dolorosi al pene e migliorato l'elasticità peniena in parte, anche se restano alcune deformità laterali.
La terapia ha migliorato le erezioni che ora sono più forti. Per fortuna non ho il pene curvo. Ma nonostante tutto ho uno strano problema erettile che non riesco a capire
da cosa dipenda. Durante l'erezione va quasi sempre tutto ok, ma quando deve sgonfiarsi iniziano i problemi, il pene resta molto rigido ma si sgonfia in parte e diventa quasi
legnoso con poca elasticità inoltre il glande perde il suo volume di molto e diventa flaccido, anzi spesso il pene resta rigido fino alla base del glande che perde volume totalmente. Ho una sensazione come se il pene tirasse me lo sento duro e contratto, riesco a percepire quando mi capita questo blocco. Questo problema si accentua molto da supino e particolarmente dopo aver mangiato. Forse è il corpo spugnoso che non va bene. Anche anni fa il problema si presentava ma molto meno infatti ricordo che per avere un erezione più massiccia mi alzavo in piedi e poi proseguivo. Il mio dubbio è questo: questo problema dipende dal pavimento pelvico e dalla prostatite oppure da Peyronie che mi ha provocato questo.
Fondamentalmente il pene va in erezione normalmente con i corpi cavernosi e il glande ben gonfi, ma a volte l'erezione cambia radicalmente perde spessore e diventa legnoso con uno stimolo erettivo molto forte che da fastidio , ed esteticamente si nota la differenza dei tessuti meno distesi. Come se si bloccasse un nervo oppure è un problema di circolazione del sangue che defluisce. Onestamente è difficile da spiegare e molto medici non mi hanno convinto con le loro risposte. Questo problema non mi capita sempre, a volte va bene e si verifica poco e a volte è molto accentuato. Sono un ragazzo dall'erezione facile anzi a volte ho degli stimoli troppo forti..non so. Ho fatto un eco basale che non riscontra problemi a parte la placca. Non so se devo fare una eco dinamica?
Secondo voi è risolvibile o me lo devo tenere a vita? Il problema che quando capita il pene è anche meno elastico quindi a rischio infortunio in un rapporto.
Potrebbe essere una forma di priapismo? La prostatite è cronica da molti anni e mi provoca non pochi problemi come difficoltà di restare seduto a lungo..etc, calore zone anale. Mi hanno diagnosticato un problema del pavimento pelvico. Ma onestamente non ci sto capendo nulla e inoltre non ho risolto i miei problemi.
Grazie Mille per la consulenza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il deficit erettivo accompagna il peyronie in una percentuale del 40% circa. Può essere dovuto al peyrinie stesso per deformazione anche microscopica della tessitura della tunica del pene e conseguente fuga venosa ovvero ad altri motivi.- Gli esami dirimenti sono ecodoppler basale e dinamico del pene,. ormoni e visita da bravo collega.
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Non si può fare nulla al riguardo? Ho fatto solo quello basale che ha evidenziato una placca di 1 cm che sto curando. Sono molti anni che ho queste deformazioni e non mi è stata data nessuna cura dal mio urologo,lui mi disse anni fa che si sarebbe stabilizzato da solo... poi purtroppo dopo anni ho notato un peggioramento dell'erezione e specialmente del dolore. Ma mi capita spesso che il glande non vada in erezione come mai? Per il resto tutto sommato non è così grave.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Le ho indicato esami da fare. Non credo di poter aggiungere altrop di sensato da dietro un computer.
[#4] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Mille dottore.

Vorrei chiederle un'ultima cosa. Per quanto riguarda eco dinamica è rischiosa? può provocare danni da iniezione e da priapismo prolungato. Perchè se decidessi di farla non vorrei peggiorare la mia situazione attuale.
Grazie Mille.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
può succedere, ma a bassissimo dosaggio di prostaglandina mai successo.