Utente 391XXX
Salve, è da circa 8 mesi che avverto un exstrasistole nel esatto momento in cui il cibo attraversa la bocca dello stomaco provocandomi anche stati d'ansia. Faccio premessa che soffro di stomaco, come risulta dall'ultima gastroscopia effettuata circa 10 mesi fa. Il referto è il seguente : Esofago nella norma per calibro e conformazione.Conservati i rapporti cardiodiaframmatici con linea z in sede.
Cardias beante con risalita di pliche gastriche.
Stomaco normoconformato con lago mucoso nella norma.
Mucosa fortemente eritemetosa a livello di corpo e antro gastrico.
Biopsia per ricerca Helicobater pylori : negativo.
A livello del bulbo,presenza mucosa eritematosa con numerose erosioni rilevate.
Seconda sezione duodenale nella norma.
Volevo sapere se è responsabile lo stomaco oppure c'è qualche problema elettrico che riguarda il cuore?
Grazie..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ha una patologia del buldo duodenale che giustifica la sintomatologia che riferisce.
Spero che lei sia stato posto sotto terapia e misure igienico dietetiche idonee.
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  


dal 2015
Buona sera, grazie per la sua disponibilità; mi furono prescritti inibitori della pompa protonica (Mepral 20mg) e domperidone(motilium) piu il gaviscon sciroppo, ma nonostante un lungo periodo di cura, tranne che nella fase iniziale, i risultati sono deprimenti. Cortesemente vorrei comprendere meglio il significato di "Terapia e misure igienico dietetiche" e sapere se tali exstrasistole, possano creare problemi al cuore o inescare tacchicardia.
La ringrazio anticipatamente
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No le banali extrasistoli non le innescano tachicardie.
Le misure igienico dietetiche per pazienti come lei le verrebbero meglio spiegate dai colleghi gastroenterologi ma anche io qualche dritta gliela posso dare: niente alcool , fumo o caffe, bibite gassate , energy drinks. Pasti piccoli e frequenti e evitare di stare seduti durante la digestione, ma camminare dopo il pasto.
La saluto