Utente 143XXX
Buongiorno, vorrei se possibile un chiarimento su quanto riportato sotto (riguarda una risonanza fatta a mia zia un mese fa). Potreste, per cortesia sintetizzare il referto? Si tratta di qualcosa di molto grave?
Grazie per il servizio offerto.
Saluti

Esame limitato per artefatti da movimento della Paziente, non collaborante,
confrontato con la precedente TC eseguita in data odierna delle ore 13.07. Non lesioni sottotentoriali. Si evidenziano 2 lesioni
espansive intra-assiali con enhancement di tipo nodulare solido dopo somministrazione di gadolinio centrate nel nucleo
lenticolare di sinistra (diametro AP massimo 2,7 cm) ed alla giunzione cortico-soltocorticale del 1/3 anteriore del giro del
cingolo di sinistra (diametro AP massimo 12 mm). Le lesioni mostrano restrizione della diffusione (particolarmente accentuata
per la lesione del nucleo lenticolare, senza segni di sanguinamento) e bassa perfusione (CBV ridotto rispetto al parenchima
normale).
Visibili sfumate alterazioni di segnale nello studio DW in sede fronto-parietale parasagittale, bilateralmente. Nella metà anteriore
del centro semiovale destro alcune di tali alterazioni hanno un corrispettivo sfumato enhancement dopo gadolinio. Invariati
l'edema della sostanza bianca, l'effetto massa sul sistema ventricolare e lo shift sinistro-destro delle strutture mediane. Quali
reperti incidentali si segnalano minuta lesione ipofisaria compatibile con cisti della tasca di Rathke e 2 aneurismi sacculari: della
comunicante anteriore (diametro massimo circa 3 mm) e della biforcazione della ACM sin (4 mm). CR: le lesioni intra-assiali sono
compatibili in prima ipotesi con un linfoma cerebrale multicentrico.
[#1] dopo  
Dr. Mirco Bindi
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile Signora, La Risonanza magnetica evidenzia 2 immagini Intrassiali che comunemente sono formazione endocraniche maligne. Il referto conferma questa possibilità ipotizzando un linfoma cerebrale multiplo. Naturalmente il medico che ha richiesto l'esame lo ha fatto per un sospetto clinico conseguente alle condizioni della paziente.
Il fatto che sia passato un mese dall'esame e Lei si rivolga ad una consulenza on line è abbastanza preoccupante, se non c'è stato uno specialista oncologo o un neuro chirurgo o altro specialista che ha visitato la paziente e predisposto l'iter terapeutico. Le consiglio di sollecitare personalmente i centri oncologici della sua città, non dimenticando che Lei è libera di chiedere un consulto ad altri centri oncologici che nella regione Lombardia sono, rispetto ad altre regioni, in sovra numero. Cordiali saluti