Utente 387XXX
Salve,
da alcuni giorni sto provando ad avere rapporti sessuali con la mia fidanzata, con la quale sto insieme da 9 mesi (siamo entrambi vergini). Purtroppo non ci siamo riusciti perchè nonostante riesca inizialmente ad ottenere una discreta erezione, poi con la fuoriuscita del "liquido di Cowper", che avviene molto velocemente, è come se il mio pene entrasse in uno stato di insensibilità, simile a quella immediatamente successiva all'eiaculazione. Ciò mi impedisce di mantenere l'erezione per un tempo sufficientemente lungo. Premetto che questa cosa mi succedeva anche prima di provare ad avere un rapporto, quindi solo con i preliminari. Nonostante ciò, da un po' di giorni ho notato che faccio molta più fatica ad eccitarmi e ad ottenere erezioni, mentre prima di provare ad avere rapporti sessuali ottenevo erezioni molto più facilmente, a volte anche senza stimolazioni dirette. Mi chiedo se questo possa essere dovuto allo sconforto dei fallimenti nell'avere dei rapporti con la mia fidanzata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la giovane età e la inesperienza,patrimonio della giovane età di entrambi,può ammainate giustificare la sintomatologia riferita.La secrezione delle ghiandole di Cowper,legata alla eccitazione sessuale,può penalizzare l'erezione ma,considerati gli scontati aspetti psicologici,sempre presenti,credo che una visita andrologica che valuti,per esempio,la eventuale presenza di fimosi parziali o totali,debba essere ineludibile.Cordialità.