cea  
 
Utente 391XXX
Buongiorno,

Dunque, sono una donna di 51 anni, da un po' di tempo accuso una forte stanchezza, seguita da attacchi di emicrania pulsante molto fastidiosa, tachicardia ed un certo senso di "fame d'aria"

In aggiunta ho sempre un gusto molto strano in bocca seguito da forte nausee e difficoltà nell'alimentazione, appena mangio qualche cosa ho nausea, difficoltà digestive e pesantezza e tra l'altro raggiungo la sazietà in poco tempo, anche.

Alla spiegazione, il mio medico di base ha subito pensato di farmi fare una serie di accertamenti, le quali hanno evidenziato alcuni valori anomali e che a suo dire, lo hanno un po' confuso.

In particolare si è evidenziato:

- ematocrito al 37 %
- valori della dimensione e volume degli eritrociti normale
- emocromo per la serie bianca perfetto
- emocromo dove si evidenzia una leggera riduzione di eritrociti
- aumento delle piastrine (intorno alle 450.000 unita)
- emoglobina 8
- TSH normale (sono in cura con eutirox per ipotiroidismo hashimoto)
- sideremia a 10
- ferritina a 550 punti
- glicemia leggermente sopra la norma (104)
- colesterolo totale sui 137 punti - in genere a causa dell'ipotiroidismo ho sempre avuto valori oltre 240 -
- un leggero scostamento di potassiemja e kaliemia, ma di solo uno o due punti.
- albumina leggermente sotto la norma
- alfa 1 ed alfa 2 sopra la norma
- beta 1 e beta 2 normali

A seguito di questi valori il medico di base mi ha subito fatto fare:

- dosaggio Folati e Vitamina B12: RISULTATI NORMALI (3.5 i folati e 380 B12)

Indirizzata verso un ematologo ho rifatto tutti gli esami risultati identici.

L'ematologo mi ha dunque prescritto:

- TEST su tre campioni di feci risultati tutti negativi
- Gastroscopia risultata negativa per perdite ematiche o altre alterazioni, tranne una lieve gastrite cronica
- VES: a 60
- PCR: a 20
- Marker tumorali CEA, CA19.9, CA125 tutti con indici negativi
- saturazione transferrina molto bassa
- mammografia negativa
- ecografia addome superiore ed inferiore e linfonodi profondi risultata tutta negativa
- RX torace negativa

L'ematologo a questo punto ha deciso di darmi un supplemento di Ferro con Ferrograd e Folidar per cercare di stimolare il midollo e ristabilire il discorso anemia.

Secondo lui il quadro propende per una forte infiammazione di natura non ben definita.

Ok... ma io sto sempre male, è da un mese che prendo il ferro ma tutto rimane identico, il gusto schifoso in bocca ed il malessere, aggiungiamo che ho perso quasi 10 kg dai miei iniziali 68 kg iniziali. (questo da maggio ad oggi settembre)

Cosa devo fare?

Sono un po' tendente al disperato e non so cosa fare, e non so principalmente dove andare visto che in sostanza l'ematologo suggerisce solo di fare una colonscopia e poi in caso di negatività di aggiornarci a febbraio per vedere se il supplemento è servito

Il medico di base esegue solamente e secondo lui bisogna seguire l'ematologo. Io ho solo paura in realtà di un tumore

Se avete bisogno di altri dati ve li scrivo.Grazi
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Guardi lei ha una emoglobina di 8, una sideremia di 10, una iposaturazione della transferrina e una ferritina di 550 che è da considerarsi un indice di infiammazione al pari degli altri alterati.
La valutazione con intento diagnostico dei marcatori tumorali è pratica inutile anzi assolutamente inutile.
Somministrare del ferro per via orale in presenza di una gastrite aspecifica è in buon motivo per cambiare ematologo!
È bene che lei si rivolga ad un internista, esperto e competente e che esegua assolutamente la colonscopia perché le patologie anche neoplastiche, nonché infiammatorie, del colon destro, possono dare un quadro ematochimico come il suo in presenza di sintomatologia intestinale trascurabile.
Stimolare il midollo? Con 20 di PCR?!Con in calo ponderale di 10 kg in 4 mesi?
Signora non perda tempo: si affidi a chi possa aiutarla con esperienza e professionalità!
Arrivederci.