Utente 795XXX
Da un pò di tempo ho notato nel mio compagno un dusturbo che nn avevo mai visto premetto che lui è diabetico da circa 32 anni quindi per mantenere sotto controllo la glicemia ovviamente fa uso d'insulina, il corpo del pene presenta a volte lacerazioni senza sanguinamento ma si spella e diventa rosso,accusa a volte dei lievi dolori,ho notato che negli ultimi tempi la glicemia faceva degli sbalzi enormi ma il più delle volte era alta anche toccando punte da 400. Oltre a questo c'è da dire che ha una placca che blocca in parte l'erezione e per finire sta curando l'infiammazione della prostata diciamo che come quadro clinico non è il migliore per una vita corretta sessualmente parlando ma queste lacerazioni mi preoccupano molto di più delle altre cose visto che ha anche dolore, nel ringraziarvi aspetto una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,quanto racconta é patognomonico della malattia diabetica e,spesso,rivela uno scompenso del metabolismo glicidico.
E' chiaro che sono ipotesi ma é doveroso far presente all'urologo di riferimento quanto accade per poter iniziare una terapia farmacologica e/o chirurgica.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 795XXX

Iscritto dal 2008
la ringrazio infinitamente della celere risposta posso solo dire che l'urologo che cura il mio compagno non ha fatto altro che dare la vitamina E per la placca e per la prostata un'antibiotico tutto questo non ha migliorato la sua situazione che con il tempo si è evuluta anche psicologicamente e le lascio immaginare come!! la mia preoccupazione è più che altro per il dolore e quella specie d'infiammazione che presenta nonchè quelle fastidiose lacerazioni della cute del pene stesso, ora cerca di tenere sotto stretto controllo la glicemia che sappiamo essere la causa di tutto ciò anche perchè vorremmo provare ad avere un figlio nonostante la nostra non più giovanissima età (41 io 49 lui)sperando che queste lacerazioni a lungo andare non provochino infezioni magari anche dannose alla procreazione stessa.