Utente 159XXX
Buongiorno,
ho consegnato stamattina in ospedale un campione di urina per la valutazione della clearance prelevandolo dalla raccolta delle 24 ore. Ho seguito precisamente le indicazioni contenute sul foglio della prenotazione (ho gettato la prima urina del giorno precedente all'esame e poi ho cominciato la raccolta inserendo la prima urina della mattina dell'esame). Stamattina ho prelevato un campione di urina e l'ho versato nella provetta da 10 ml (quella richiesta dall'ospedale). Al momento della consegna, l'infermiera ha chiesto se avessi agitato il contenitore delle 24 ore prima del travaso, cosa che non ho fatto perché sul foglio della preparazione non c'era scritto nulla al riguardo.
Ho cercato informazioni per capire come dovesse essere fatta correttamente la raccolta e da più parti si precisava che il contenitore delle 24 ore doveva essere conservato in frigo dopo ogni minzione, cosa che io non ho fatto, dato che neanche questa cosa era indicata.
Ciò che vorrei gentilmente sapere è: l'esame della clearence può essere non veritiero per il fatto che non ho agitato il contenitore delle 24 ore prima del travaso? e per il fatto di non averlo conservato in frigo? (ieri è stato anche caldo). Secondo la Vostra opinione professionale, dovrei rifare l'esame oppure sarà ugualmente veritiero?
Resto in attesa di un gentile riscontro, grazie,
distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Rolla
28% attività
8% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Sicuramente non sono state rispettate pienamente le condizioni preanalitiche per una corretta analisi del campione. Ne parli con il suo curante, anche alla luce del risultato che avrà' ottenuto; io comunque le consiglierei di ripeterlo secondo queste indicazioni fornite.