Utente 381XXX
Salve,
Ho 20 anni e non ho mai eseguito una visita ginecologica.
Premetto che non ho mai avuto rapporti, ho un ciclo irregolare (quasi sempre mi arrivano in ritardo), ma non ho mai avuto problemi di perdite strane o forti bruciori.
Se questi bruciori si presentano bevo molto e scompaiono quasi subito.
Il problema più importante che mi affligge molto è il cattivo odore che le mie parti intime emanano, nonostante mi lavo bene e spesso.
Il motivo che mi frena ad andare a fare la visita è che sono TERRORIZZATA al solo pensiero di dovermi spogliare nuda, a gambe spalancate, davanti ad un uomo o donna che sia, anche se è il suo lavoro ed è abituato/a.
Per il dolore penso che riuscirei a sopportare, ma comunque so che prima o poi dovrò andarci e sarà un totale disastro la visita.
Ho sentito che la visita consiste anche nel controllo del seno, al solo pensiero mi viene l 'ansia alle stelle.
Vorrei davvero fare una visita perchè il tempo passa e sarebbe meglio fare un controllo, anche per prevenire eventuali problematiche, (in famiglia abbiamo casi di fibromi all'utero).
Che consigli potete darmi gentili Dottori?
Ho davvero la fobia di questa visita.
Vi ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Deve pensare che la visita ginecologica è una visita importante per la prevenzione di neoplasie importanti e più frequenti come quella del collo uterino con l'esecuzione del PAPtest .
Il cattivo odore potrebbe essere legato ad una infezione da Gardnerella Vaginalis (VAGINOSI batterica ) spesso trascurata e che potrebbe ripercuotersi sulla fertilità futura.
Potrà programmare una contraccezione sicura (quando deciderà di iniziare l'attività sessuale) .
Come vede l'importanza della visita deve far superare tutti i timori , le ansie e le paure.
La bilancia pende vero il piatto dei VANTAGGI rispetto al piatto delle sensazioni (giustificate) di PAURA .
BUON CONTROLLO GINECOLOGICO
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio Dottor Biasi per la sua gentile risposta.
Buona giornata, saluti