Utente 391XXX
Gentili medici buongiorno,
per un breve periodo nel breve post rapporto sessuale con la mia partner mi ritrovavo sul pube dei foruncoli (sottolineo che il pene non ne era coinvolto da questi foruncoli ma solo la parte attorno ad esso) i quali scomparivano da soli già la mattina seguente. Questo fatto è durato circa due settimane e per questo motivo non ci ho dato molto peso attribuendo tale fatto al sudore a contatto con le sue secrezioni vaginali. Il fatto strano è che la vagina della mia ragazza emanava un fortissimo odore di "pesce marcio" ed ha iniziato ad avere delle perdite di sangue che ci ritrovavamo sul letto appena finito il rapporto (lontano dalle mestruazioni). Inoltre a volte ha anche perdite grigio/biancastre (maleodoranti appunto, leucorrea). Navigando in rete ho letto che questi sono i sintomi della Gardnerella. Quando ci recheremo dal suo ginecologo sarà lui a dire se sia questo il batterio o un altro, ma al di là di questo ho letto anche pareri discordanti sul fatto che debba curarmi anch'io e che questa sia una malattia sessualmente trasmissibile. Quello che voglio sapere è questo: se tale batterio è sessualmente trasmissibile, chi di noi l'ha trasmessa a chi se non ci siamo mai traditi? (almeno da parte mia). Conviviamo da più di due anni e abbiamo rapporti non protetti, in passato ho avuto solo rapporti orali passivi scoperti con altre donne per cui non credo di essere stato io a trasmetterlo a lei anche perchè da quando stiamo insieme solo ora si sta presentando tale leucorrea vaginale, come ha fatto la mia convivente a prenderselo?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

fate prima diangosi. Consideriamo anche una candidosi vaginale o un'infezione mista la quale non per forza è inzialmente a trasmissione sessuale.

cari saluti

Dr. Laino
[#2] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta Dottor Laino saluti anche a Lei