Utente 266XXX
Buongiorno, ai dati già presenti sul sito aggiungo che sono fumatore e leggermente iperteso (non tanto da necessitare terapia). All'età di circa 15 anni ho avuto un episodio del tutto improvviso di tachicardia con palpitazioni molto intense percepibili in tutto il torace e collo, ma senza altri sintomi se non quelli legati all'ovvio stato di ansia. È durato circa un paio di minuti, risoltosi spontaneamente. Chi mi ha assistito riporta che i battiti erano così forti da essere visibili all'osservazione del torace e quindi non solo una sensazione soggettiva. A seguito di questo, credo per ansia legata all'evento, ho avvertito spesso una sensazione di cardiopalmo e ho eseguito dopo qualche settimana un ECG a riposo (non durante un attacco), che non ha rivelato particolari anomalie. Altri eventi simili, ma di minore intensità, si sono succeduti, con ricorrenza inizialmente di qualche settimana l'uno dall'altro, ma che sono poi diminuiti fino quasi a cessare. Recentemente mi è capitato di nuovo mentre ero a riposo, l'attacco è iniziato e terminato improvvisamente e durato un paio di minuti, sempre percepibile al torace e collo. I battiti erano forse accelerati rispetto alla condizione precedente, ma credo non superassero i 100 al minuto. Vorrei chiedere se riterreste utile o necessario un altro ECG o ulteriori accertamenti e, se no, come mi dovrei comportare in caso di un altro evento simile (in particolare, se sia il caso di chiamare i soccorsi, considerando che vivo solo).

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se non ha mai fatto un ecocardiogramma è consigliabile...ma la brevissima durata degli episodi che riporta è tranquillizzante.
Saluti