Utente 304XXX
gentili dottori sono un ragazzo giovane che purtroppo convive da sempre con il problema della disfunzione erettile, non ho mai avuto un rapporto completo senza l'aiuto del farmaco. Senza l'aiuto del farmaco raggiungo una stentata erezione che purtroppo tempo qualche secondo e perde subito di rigidità. In questi anni ho fatto delle visite andrologiche (consultando un paio di medici andrologi), ho fatto esami quali eco-doppler, ormonali e rigiscan(dal quale è risultato che l'erezione piu' lunga è durata 20 minuti con rigidità del 100%), l'andrologo che ha valutato il risultato di questi esami mi disse che sono nella norma quindi posso avere rapporti completi anche saenza l'aiuto del farmaco. Il problema è che in questi anni ho fatto di tutto per poter arrivare a questo obiettivo e quindi poter vivere finalmente una sessualità libera ma ancora non ci sono riuscito. Certo ho ottenuto dei risultati quali il fatto di non vivere piu' il rapporto con quell'ansia e paura che mi accompagnavano all'inizio ,quindi vivo il rapporto serenamente e rilassato ( un pò di ansia ricompare ogni tanto ma penso che questo sia pure nella norma). Altro risultato che ho ottenuto è stato il fatto di aver diminuito progressivamente l'utilizzo del cialis, ormai ne prendo 2,5mg al bisogno e vado bene per 3 giorni (nel momento peggiore da quando convivo con questo problema ero arrivato a prenderne piu' di 10 mg).
Arriviamo al dunque, io vorrei vivere una sessualità piu' libera e non essere dipendente dal cialis , quindi vi chiedo data la mia situazione esistono altre tipo di terapie con una durata dell'effetto piu' lunga e con minori effetti collaterali a livello sistemico, magari terapie anche che abbiano un effetto piu' blando rispetto agli inibitori ma che forse nella mia situazione possono aiutarmi??
Io ho letto dell'ossigeno-ozono terapia, oppure dell'idroelettroforesi che permette l'assunzione di farmaci vasodilatatori per via locale.........voi cosa ne pensate di tali tipi di terapie???

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se la diagnosi di uno specialista non evidenzia alcunché di patologico posso capire la prescrizione di un inibitore della fosfodiesterasi V,che non ha un effetto terapeutico ma favorisce la funzionalità dell'erezione,che necessita della spontaneità del desiderio sessuale.Non sono stati dimostrati effetti collaterali a distanza,per cui non capisco perché debba ricercare altre strategie terapeutiche che,al momento,non garantiscono certamente gli stessi effetti degli inibitori.In ultima analisi ritengo che il Suo quadro clilnico possa giovarsi degli inibitori ma non sia dipendente dall'uso degli stessi.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
caro utente, visto l'esito degli esami che ha eseguito, in relatà potrebbe essere utile nel suo caso anche consulter uno psicosessuologo, in quanto avendo escluso una causa organica potrebbe, si potrebbe avere un giovamento da tale terapia
[#3] dopo  


dal 2009
dallo psicosessuologo ci sono già stato (anche per un bel pò di tempo) e i miglioramenti che ho fatto in questi anni li devo anche a questo.
Il mio quesito se esistono eventuali terapie alternative oltre al cialis e c. dipende dal fatto che nella mia situazione sto ben attento ad informarmi se escono fuori nuovi prodotti o nuove terapie che possono in qualche modo aiutarmi , quindi provarli e poi vedere concretamente se sono meglio o peggio del prodotto che già utilizzo (cialis). Come ho già detto non cerco prodotti dall'effetto piu' potente del cialis , visto che già di cialis ne prendo una quantità minima piuttosto cerco (se esiste ) una terapia che possa essere migliore del cialis sotto 2 profili: maggiore durata dell'effetto e minori effetti indesiderati .Il cialis è sicuramente un farmaco sicuro e da quando ne prendo solo 2,5mg al bisogno non avverto quasi piu' alcun effetto indesiderato (e cmq anke prima erano lievi tali effetti), però anche qui vale il discorso di prima, cioè nella mia situazione tendo sempre a cercare qualcosa che sia migliore(magari una terapia che non sia per via sistemica ma per via topica).
Quindi ripropongo le domande di prima : esistono terapie alternative al cialis e c.?? cosa ne pensate di terapie quali l'ossigeno-ozono e l'idroelettroforesi???
grazie per il tempo che mi state dedicando.