Utente 329XXX
Salve è da quando sono nato che soffro di un problema al pene e solo oggi ne parlo con uno specialista. Fin da quando ero piccolo ho sempre avuto difficoltà ad estrarre il glande , solo verso i 10 anni, con grande difficoltà e dolore sono riuscito a scoprirlo per la prima volta, e da allora fino ad adesso che di anni ne ho 24 i problemi sono sempre gli stessi:
-Difficoltà a far uscire il glande con pene eretto
-Estrema secchezza, dequamazione del glande
-Estrema sensazione di bruciore quando tento di sfiorarlo (sia quando è a riposo , sia da eretto , da parte mia o in un rapporto)

Essendo nato così non pensavo il problema fosse una cosa seria, anche perché ho sempre condotto una vita sessuale soddisfacente, sia da solo che col partner. Da qualche anno a questa parte sono aumentati i rapporti occasionali , e solo nel caso in cui il glande resta sempre coperto posso viverlo al meglio, ma quando capito un diverso tipo di rapporto (in cui non è possibile evitare di non scoprirlo per cause terze ) inzia il dolore atroce. Questa cosa mi sta condizionando molto sul piano psicologico, non riesco a vivere più con serenità un rapporto, da qualche tempo sono cominciati pure problemi di erezione proprio per questo tipo di condizione, mi sto disperato... aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lì c' da vedere la cosa dal vivo, molto probabile unaq modesta fiomosio che ha fatto tuttu questo "sconquasso", Ma va assolutamente valutata dal vivo, quella è solo una idea.