Utente 834XXX
Io ho sempre avuto tantissimi capelli grossi e ricci, a 54 anni sono andata in menopausa e da subito hanno iniziato a cadermi cambiando pure struttura diventando sottili e dritti. Mi sono rivolta ad una dermatologa che mi ha consigliato di andare dal mio ginecologo per la terapia sostitutiva. Cosa che ho fatto immediatamente ma putroppo le pastiglie che mi ha dato mi causarono una reazione allergica e dovetti sospenderle e me le sostituì con il cerotto, questo mi fece venire di nuovo le mestruzioni in modo emorrargico. Allora decisi di non prendere più nulla se non degli integratori a base di isoflavoni di soia. Ma i miei capelli continuano a cadermi, cosa mi consigliate di fare??? In attesa di una vostra risposta vi Ringrazio sentitamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Utilissima una visita con il Deramatologo per inquadrare al meglio quella che potrebbe essere, anche se in via non vincolante, non avendo l'opportunità della visione diretta, di una alopecia androgenetica ed intraprendere le opportune terapie.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Le consiglio ulteriormente la lettura della mia intervista dal titolo

La Calvizie: una diagnosi precoce può salvare i capelli
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=20173

presente nella sezione minforma del nostro portale medicitalia.it

cari saluti
[#3] dopo  
Utente 834XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ad entrambi per avermi risposto. Dr. Luigi Laino proprio ieri ho letto il suo articolo. Andrò di nuovo dalla dermatologa, anche se l'ultima volta che la consultai mi disse di avere pazienza che il mio corpo si doveva adattare alla nuova situazione (di essere cioè in menopausa)ma sono ormai 2 anni quanto ci vorrà???? Termino Ringraziandovi e augurandovi una buona giornata.