Utente 391XXX
Sono passati 14 giorni da quando ho subito una circoncisione parziale per una fimosi serrata e asportazione del frenulo breve: il problema è che da questa mattina ho il glande arrossato e l'orifizio che si appiccica al tessuto della garza.

Per medicarmi utilizzo:
Acqua fisiologica per sciacquare dopo ogni volta che urino.
Tobral in pomata come antibiotico.
Ananase 3 volte al giorno dopo i pasti come antifiammatorio.
Gynecolase come sapone intimo per i lavaggi.

Specifico che:
-Avevo un forte edema, e ora si è molto sgonfiato lasciando che la ricopra parte del glande, ma non totalmente.
-Ho ancora molti, se non tutti, i punti di sutura.
-Ieri mi hanno riferito che i punti sul glande necessitano di rimanere perchè la ferita non si è totalmente rimarginata.

Quello che chiedo è quindi: l'arrossamento del glande e il conseguente appiccicarsi dell'uretra alla garza sono normali dopo questi 14 giorni?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
normale. Derivba dalla precente situazione claustrofobica: si sta abituando all' aria aperta.
[#2] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per la risposta dottore.
Vorrei fare un'ulteriore domanda: Non ho idea per quale motivo, spesso la garza si incolla anche intorno alla ferita, tanto che, per non causare danni sono costretto a bagnare la garza prima di rimuoverla. Il danno è doppio: cambio garze decisamente più spesso e ciò mi porta a doverne comprare di nuove e inoltre credo che la cosa mi porti a riaprire la ferita.
Pensavo che il problema fosse la pomata rimasta sulla ferita, che per altro ho difficoltà a rimuovere tutt'ora, ma ieri oltre a una visita di controllo mi è stata effettuata una pulizia molto accurata, nonchè dolorosa rimuovendo ogni residuo della pomata. La cosa però continua a ripetersi nonostante i pulisca ogni residuo, o ne lasci quanto meno possibile.
E' una cosa normale? Come posso evitarla?
Specifico che durante la visita di controllo mi è stato detto che è tutto apposto.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
copra la ferita con garze vaselinate. E poi medichi al solito.
[#4] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Mi scuso se riprendo questo post a distanza di quasi una settimana, ma, visto che sono passati 20 giorni dall'operazione e il pene mi da poco fastidio, mi domandavo delle cose:
-Come si rimuoverebbe il punto posto in corrispondenza della parte coperta del glande?
-E' normale che ho ancora parecchi punti? Seppur mantenuti appena?
-Quando posso riprendere, se non l'attività sessuale, quanto meno l'autoerotismo? Anche perchè a distanza di così tanti giorni si è palesato un certo "bisogno", diciamo.
-Il gonfiore si è ormai ridotto di parecchio, nonostante tutto la parte più gonfia rimasta è quella in corrispondenza di un piccolo taglio verticale situato sulla pelle sotto il glande...è normale?
-Con ciò, posso provare a rimuovere la garza? Allo stato attuale mi provoca più fastidio che altro.

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Come si rimuoverebbe il punto posto in corrispondenza della parte coperta del glande?
In genere cadono da soli. Aspetti una altra settimana

-E' normale che ho ancora parecchi punti? Seppur mantenuti appena?
Normale. Vedi sopra

-Quando posso riprendere, se non l'attività sessuale, quanto meno l'autoerotismo? Anche perchè a distanza di così tanti giorni si è palesato un certo "bisogno", diciamo.
Alla caduta punti

-Il gonfiore si è ormai ridotto di parecchio, nonostante tutto la parte più gonfia rimasta è quella in corrispondenza di un piccolo taglio verticale situato sulla pelle sotto il glande...è normale?
Normale

-Con ciò, posso provare a rimuovere la garza? Allo stato attuale mi provoca più fastidio che altro.
Si.