Utente 228XXX
Salve, mi chiamo Claudio e soffro di prostatite da più di dieci anni. Avendo fatto tutto quello che mi è stato detto da molti medici specialisti da cui mi sono recato in questi anni (n7 ad oggi) non riesco ad uscire da questo "incubo" che mi si presenta una/due volte l'anno. Appena si presenta il problema mi fanno fare analisi del sangue, spermiogramma, esame culturale del liquido seminale, esame delle urine con urinocultura, ecografia prostatica etc. La risposta è sempre la stessa e cioè: sviluppo di Escherichia coli, nel liquido seminale. Antibiotico Mirato x due/tre settimane (Cefixoral oppureCiproxin 1000+antinfiammatorio x due mesi+Flogmev x due mesi+integratori. Stavo facendo caso ultimamente che il problema mi si presenta dopo aver bevuto birra o essere andato magari a cena con amici per esempio. Vorrei capire esattamente che cosa ho e come poter debellare definitivamente questo problema che sembra essere non risolvibile. I medici mi rassicurano sempre ma alla fine il risultato è sempre lo stesso. Grazie per il vostro interesse al mio problema e con l'occasione porgo i miei più sentiti saluti e ringramenti .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,purtroppo la prostatite,spesso,tende a cronicizzarsi e,ancora più spesso,le terapie antibiotiche sono abusate in quanto,più che la carica batterica e la sintomatologia,si dà per scontata un'evoluzione clinica futura che,magari,non c'é e non ci sarà.Non saprei cosa consigliare,se non auspicare un'attenzione assoluta sulla strategia terapeutica.Cordialità.