Utente 392XXX
Salve sono un uomo di 42 anni. Da circa 2 anni ho difficoltà nella minzione. Il flusso della minzione si è ridotto. Adesso nell' arco di poco tempo anche
la parabola si è ridotta, anzichè essere una parabola verso l' alto, è una retta verso il basso. devo spingere con gli addominali per gettare via l' ultima goccia, che comunque resta sempre dentro.
Questo si è verificato nell' arco di poco tempo. Il mitto spesso è a spray. La mattina ho bisogno di fare la pipì in 2 volte perchè mi sento molto pieno e farla di getto penso che mi provocherebbe dolore. Di notte mi sveglio all' improvviso e sento un impellente bisogno di fare pipì ( una o 2 volte capita) e devo andare velocemente. A questo si aggiunge che il getto durante l' eiculazione è praticamente scomparso e lo sperma anzichè uscire di getto fuoriesce lentamente. Quando faccio l' amore con la mia partner (in particolare posizione io sotto lei sopra) ho un gran dolore durante l' eiculazione, (che in realtà non c' è). Sono andato dal mio medico che ha prescritto una ecografica prostatica transrettale post eiculazione, l' ecografia dei testicoli e un' uroflussimetria. L' uroflussimetria è regolare, mentre il volume della prostata è 27 cc. L' ecografia dei testicoli mostra una minima falda di idrocele, minute calcificazioni e ipoecogenicità bilaterale.Ho fatto anche il PSA che comunque risulta nella norma. Lo specialista che mi ha visitato ritiene che tutto sia nella norma, ma io continuo ad avere i problemi lamentati ossia difficoltà nella minzione con riduzione del flusso e una goccia che rimane sempre dentro, e un' eiculazione astenica e dolorosa in quella particolare posizione di cui ho parlato. Ringrazio in anticipo i medici che mi vorranno aiutare. Grazie ancora e buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

I suoi disturbi minzionali sembrerebbero legati a qualche disfunzione o patologia che dovrebbe essere chiarita e trattata Cosa vuol dire che la uroflussimetria è normale?
ci tenga informati
cario saluti
[#2] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Vuol dire che la diagnosi finaledell' Uroflussimetria con residuo post minzionale dice "Valori di flusso nei limiti, Ristagno assente". Ho fatto anche il PSA che è risultato nella norma (0,98). Preciso che tutti i problemi sono iniziati circa 2 anni fa quando ho avuto un condiloma. Ho anche eseguito una ecografia addome completo dove è risultato che al calice vi è una piccola immagine calcifica di possibile significato litiasico ( ma di max 5 mm ).Aggiungo ancora che ho eseguito uno spermiogramma dove sono emersi anche forti problemi di fertilità (azoasteteratospermia). Azzardo che a questo punto vi sia un' infiammazione all' uretra di tipo batterico, e cerco il Vostro conforto per sapere cosa fare al fine di sapere gli esami che correttamente debbono eseguiti al fine di giungere ad una completa diagnosi. Grazie ancora
[#3] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Mamma mia quanti consulti........ è stato veramente utile scrivere a Medicitialia.it.......