Utente 272XXX
Salve, vorrei cogliere l'occasione della vostra disponibilità per un parere sul referto che riporto:
donna di anni 65, a seguito di rx mi viene detto
Lieve scoliosi sn-convessa lombare con rettilineizzazione dello curvature sagittali D-L. irregoalrità somatomarginali diffuse su base degenerativo artosica con vacuolizzazione gassosa del disco intersomatico L5-S1.
Riduzione in ampieza degli spazi intersomatici lombari posti tra L3-S1.
Normale morfologia delle teste femorali. COnservati i profili acetabolari. Siargato lo spessore delle
sincondrosi sul versante anteriore, soprattutto a dx.

Come mi consigliate di proseguire?

Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Qualsiasi accertamento radiologico non ha significato clinico se non si conosce la sintomatologia del paziente e non lo si è interrogato, ascoltato e visitato. Leggere un referto non è sufficiente per esprimere un parere, che sarebbe comunque sul quadro clinico e non sul referto. La sola cosa da fare è mostrare le rx al medico che l'ha prescritte perché completi con esse la visita integrandole con quanto emerso dall'esame clinico e decida il da farsi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
OK grazie seguirò il suo consiglio