Utente 370XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e da sempre soffro di tachicardia ed exstrasistoli. Aggiungo che sono anemica, dalle ultime analisi del sangue a gennaio la mia emoglobina era a 10.6. Sono una persona molto ansiosa e a dicembre scorso sono finita in ps per tachicardia persistente e dolore al braccio sinistro, mi hanno dimessa con referto negativo, spiegando l'episodio come un attacco di panico. In realtà una visita dal cardiologo ha identificato un soffio protosistolico e una leggera lassità della mitrale, che il cardiologo ha riferito alla mia struttura longilinea. Oggi torno dall'università in bicicletta, facendo uno sforzo fisico non indifferente dato che sono una persona sedentaria, e improvvisamente sento il ritmo irregolare, alcuni battiti molto più forti degli altri. C'era molto freddo e vento, adesso ho un dolore alla mandibola mediamente intenso, più forte a sinistra, con una leggera tachicardia. Devo preoccuparmi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, cara signora...almeno non per il suo cuore. Il fatto che le sia stato riscontrato un soffio protosistolico e una leggera lassità della mitrale non significa che questi reperti siano la causa della sua tachicardia, che viene invece giustificata dall'ansia e dagli attacchi di panico. Si affidi a un bravo psicoterapeuta.
Saluti cordiali