Utente 388XXX
Buonasera a tutti!

Scrivo per avere delle indicazioni riguardanti una proteinuria fuori dalla norma.
Prima di tutto vorrei dare delle informazioni sul mio quadro clinico e sul mio stile di vita: alcune settimane fa ho subito un ricovero in ospedale per una malattia infiammatoria dell'intestino diagnosticata poi come retto colite ulcerosa ad ora in cura con mesalazina e cortisone, è da 3 anni circa che soffro di episodi di diarrea con sangue ma questa volta l'episodio si è rivelato molto più grave costringendomi appunto al ricovero. In ospedale fra i vari esami che mi sono stati fatti si è riscontrata questa proteinuria nelle urine (esami fatti in fase acuta di retto colite). La nefrologa mi aveva detto che probabilmente ciò è dovuto al fatto che l'infiammazione intestinale ha messo in difficoltà anche i reni e che teoricamente, una volta curata la retto colite, tutto sarebbe rientrato. Uscito dall'ospedale mi ha visitato un altro nefrologo il quale mi ha dato da rifare gli esami sia delle urine che del sangue. Gli esami del sangue indicano che le funzionalità renali sono apposto, però l'urina indica ancora una proteinuria elevata (i valori esatti non li so perchè ho avuto le risposte provvisorie appena ma questo è ciò che mi hanno detto). Sono ancora in cura con il cortisone e prima di effettuare una biopsia renale il medico ha proposto di aspettare di finire la cura con questo farmaco per poi ripetere nuovamente gli esami. Il cortisone può davvero provocare una proteinuria elevata? La malattia intestinale dovrebbe essere sotto controllo perchè di disturbi non ne ho più inoltre sono in cura con la mesalazina da circa un mese e mezzo, farmaco specifico per l'intestino, oltre al già citato cortisone.
Nella vita fino a che non sono stato male praticavo il natural bodybuilding, con dieta iper proteica (in ordine di circa 2,5 gr pro chilo di proteine) integrando all'alimentazione aminoacidi ramificati (1gr ogni 10 kg di peso) e proteine in polvere...mai fatto uso di alcun tipo di sostanze dopanti, ho sempre bevuto circa in media 5 litri d'acqua al giorno soprattutto durante l'allenamento, inoltre faccio un lavoro abbastanza estenuante e faticoso per 9 ore di fila quindi pur avendo momentaneamente, per motivi di salute, preso una pausa dalla palestra...continuo più o meno a mangiare come prima, con l'uica differenza che le proteine che assumo ultimamente sono circa 1/1,5 gr pro chilo...vorrei capire, effettivamente il problema può essere causato dai medicinali essendo gli esami del sangue nella norma o siamo di fronte a qualcosa di più grave? Specifico infine che nessuno in famiglia ha mai avuto problemi renali
[#1] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
20% attualità
12% socialità
SPILAMBERTO (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
Comincio dalla fine: non sono i medicinali che le hanno prescritto a causare la proteinuria; forse è il contrario: è vero piuttosto che la proteinuria potrebbe scomparire assieme allo stato infiammatorio, che "cortisone" e Mesalazina stanno curando; ed è anche vero che mentre si fa una terapia col "cortisone" nella biopsia renale alcuni segni potrebbero essere attenuati, e rendere quindi più difficile una diagnosi; per questo -immagino- hanno deciso di posticiparla.
Quello che non fa bene ai reni, e può aggravare una proteinuria, è l'assunzione abbondante di proteine: 2,5 g per Kg di peso (nel suo caso più di 200 g al dì) più gli aminoacidi... era veramente tanto: la quantità che dice assumere ora è quella giusta per una persona giovane, in attività.