Utente 609XXX
Buongiorno Spett.li Dottori,

torno di nuovo a chiedere un Vostro parere, dopo essermi trovato molto bene in passato con la Vostra disponibilità e gentilezza.

Vorrei premettere intanto che, come per i miei precedenti consulti, non diffido dai professionisti che mi seguono, ma semplicemente mi piacerebbe avere più opnioni in merito, specie se su tematiche un po' delicate...

Ultimamente ho preso in mano la decisione di operarmi con il laser, per togliere miopia e astigmatismo. Non essendomi mai piaciuti gli occhiali e tollerando meno le lenti a contatto rispetto a prima.
Tra l'altro, viaggio molto in moto, che è una mia passione e quando mi ritrovo a fare lunghi viaggi o tengo le lenti a contatto (giornaliere) da mattina a sera (idratandole con lacrime artificiali ogni tanto), che però qualche fastidio me lo danno a lungo andare, o sono costretto a mettere gli occhiali, che in moto trovo davvero scomodi e limitanti.

Stò sentendo varie strutture, più che altro per farmi poi un'idea su dove orientarmi, ma anche qualche professionista privato.
Per questo, mi piacerebbe avere anche da Voi qualche opinione, al fine di farmi un'idea ancor migliore su cosa può aspettarmi.

Evito di tempestarvi di tutte le domande fatte di persona ai professionisti incontrati, perchè mi rendo conto che non è la sede migliore, quindi mi limiterò a due sole questioni.
Molto sinteticamente:

1- Soffro un po' di secchezza oculare. Mi è capitato di leggere, anche quì dentro, che chi a chi ha questo problema può essere sconsigliata l'operazione.
Potreste, gentilmente, spiegarmi il perchè? A cosa si va incontro? Cosa questo comporta? Quanto intensa deve essere la secchezza oculare per sconsigliarlo? (Si, lo so, andrebbero fatti dei test e controlli, ma se è possibile farmi avere un'idea.)

Ho chiesto la stessa cosa al dottore oculista che mi segue (seppur da poco), che opererebbe con il PRK, con laser di ultima generazione, ma mi è stato detto da lui che non vi è alcun problema, che la secchezza oculare non peggiorerebbe con l'operazione e che anzi, chi di norma fa l'intervento è proprio chi vuole eliminare gli occhiali e non porta più bene le lenti a contatto.
Potreste darmi lumi in merito? Mi confermate questa cosa?

2- Lavoro a contatto con il PC, in un lavoro stile "call center" (per darVi un'idea del modo in cui lo uso), 8 ore al giorno e su turni (anche notturni e serali).
Mi consigliate di fare l'operazione, nonostante questo lavoro? O c'è il rischio che io faccia l'intervento e poi, a causa del lavoro a contatto con il PC, la vista si riabbassi?

3- Ultima domanda: quanto, secondo Voi e la Vostra esperienza, con i macchinari di oggi c'è il rischio di avere ricadute e/o di non vedere realmente bene (magari di notte, o anche di giorno, con aloni, luci sfuocati e disturbi dei quali mi è capitato di leggere on line da parte di chi si è operato) dopo l'operazione?

Vi ringrazio in anticipo per il Vostro tempo e spero di nuovo in una Vostra risposta.

Buon lavoro
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mio caro e giovane amico

ha scritto tanto
ma ci deve dare qualche chiarimento in piu’


SUO VIZIO DI REFRAZIONE??

PACHIMETRIA CORNEALE??

TEST DI SCHIRMER TIPO 1 ?

BUT?


ed allora potremmo rispondere in maniera esaustiva alle sue domande

lei scrive “due sole questioni”...

infine lei ha una dannata paura di questo intervento
se non e’ convinto non lo faccia

e’ tanto tempo che LE rispondiamo su questo argomento

Le auguro una buona giornata
[#2] dopo  
Utente 609XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno Dottor Marino e grazie per la risposta intanto.

Non è questione di paura per l'intervento, ma di voler avere più voci in capitolo. Capirà che, per chi non è del mestiere, dubbi e domande possono essere legittimi, dato che comunque si parla di un tema delicato come la vista.

E' vero, ho già aperto una domanda in passato per lo stesso argomento, ma a livello informativo e non per gli stessi quesiti.
Ora, per circostanze a me più favorevoli (lavorative soprattutto), che mi permettono di farlo, ho ripreso il discorso dell'operazione.

I test elencati non credo di averli fatti, o almeno è la prima volta che ne sento parlare.
Durante un normale controllo, che eseguo annualmente, mi è stato detto che i miei valori sono a posto per l'intervento (anche se poi mi è stato accennato alla visita pre operazione).
Comunque ho una miopia di -3 gradi ad occhio ed astigmatismo di -1.50 e -0.50

Mi interessava solo sapere se, secondo Lei/Voi, questo intervento è consigliato anche a chi lavora a contatto con il computer, o se lo stesso lavoro in se può causare un peggioramento della miopia, quindi con il rischio di dover rimettere poi gli occhiali.
C'è chi mi ha detto che non c'è problema, chi mi ha detto che la cosa potrebbe accadere... Volevo solo chiedere anche a Voi cosa ne pensate.

E sapere il perchè viene sconsigliata l'operazione a chi ha secchezza oculare, se viene sconsigliata solo se è di un certo spessore.

Purtroppo spesso, per cercare di risultare più chiaro, scrivo troppo. Me ne rendo conto...

Grazie di nuovo e buon lavoro,