Utente 381XXX
Salve Dottore
siccome la Chlamydia può essere asintomatica, vorrei sapere dopo quanti giorni dal rapporto a rischio si può effettuare il Tampone Uretrale per avere una risposta definitiva.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Direi che un tampone uretrale a venti giorni sia più che dirimente nell' individuare una infezione asintomatica da Chlamydia.

Saluti cordiali,
Caldarola .
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore
va bene usare il metodo real - time PCR e Micoplasma?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Il metodo da lei citato è affidabilissimo!
Sia per la Chlamydia che per il Mycoplasma.
Saluti cordiali ,
Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per le informazioni che mi ha dato
[#5] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottore,
ho fatto il controllo dell'epatite B ma ho notato che mi è sstato solo controllato HBsAg (negativo).
Secondo lei perché? Perché è il primo che diventa positivo (dopo massimo 8 settimane) ed è da lui che il virus passa ad altri HB ?
Grazie
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Perché è il solo che è stato richiesto. Si sarebbe almeno potuto valutare il titolo anti HBsAg.
Comunque in assenza dell'antigene di superficie del virus HB non vi è infezione in atto.
Saluti cordiali,
Caldarola.
[#7] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore per la risposta.

[#8] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottore
ho fatto il tampone uretrale per la ricerca della Clamidia, Micoplasma, Gonorrea e Colturale Miceti.
Vorrei sapere da Lei cosa serve la ricerca del:

a) Micoplasma
b) Colturale Miceti

Grazie
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
serve a verificare che non ci sia il Mycoplasma o che non ci siano funghi patologici (tipo la Candida) nella sua uretra.
Saluti cordiali,
Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore per la risposta
perciò il tampone che mi è stato fatto mi dirà solo se nell'uretra è presente Clamidia, Gonorrea e Candida ma non mi dice sulla mucosa del glande.
Di conseguenza se sul glande è presente la Clamidia o Candida (esempio Balantie da Candida e Balanite da Clamidia), il tampone uretrale non me lo dice, giusto?
e per sapere questo, che tipo di esame va fatto?
Grazie
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
È estremamente improbabile, per non dire impossibile, che in assenza di candida nel meato uretrale questa sia localizzata a livello del glande e specialmente del solco balano-prepuziale.
Dove è comunque possibile effettuare un tampone.
Arrivederci,
Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore per la risposta.
Allora per quello che ho capito, il tutto nasce dall'uretra e poi si trasferisce eventualmente sul glande. Di conseguenza, se il tampone uretrale (con tutte le ricerche fatte su di esso) risulterà negativo, al 99% il glande non potrà essere infettato dalla clamidia (balanite) o dalla candida (balanite). Giusto?
Grazie
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Si giusto!
Saluti,
Caldarola.
[#14] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Come sempre, grazie Dottore
[#15] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore,
ho avuto un rapporto orale passivo non protetto con una persona a rischio.
Dopo 4 mesi dal rapporto i risultati ho i seguenti risultati:
- HIV _____negativo
- HBV ____ negativo
- HCV _____negativo
- Sifilide ____negativo
Attraverso il Tampone Uretrale:
- Gonorrea____ negativo
- Clamidia_____ negativo
- Micoplasma___ negativo
- Colturale Miceti ____negativo

Praticamente tutto negativo

Dopo il rapporto a rischio mi sono lavato spesso il pene ma ho cominciato a notare un arrossamento del glande (senza nessun sintomo). La mie domande sono le seguenti:
a) può essere stata la troppa igiene intima? Se è si, cosa dovrei fare adesso?
b) può essere stato lo stress visto che sono una persona molto ansiosa?
c) La Balanite va esclusa visto che sia la Clamidia e i Miceti sono negativi?
d) devo fare qualche altro tipo di esame? Se è si, quale?
e) Secondo Lei quale può essere la causa? e cosa mi consiglia?

La Ringrazio
[#16] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Visto che è tutto negativo si tranquillizzi definitivamente.
Una eccessiva igiene intima è tanto dannosa quanto una scarsa igiene.
Usi un detergente delicato ad hoc 1 volta al giorno e il disturbo sicuramente regredira'.
Non dimentichi che qualunque detergente va sciacquato bene e che il glande va asciugato prima di essere coperto.
Arrivederci,
Caldarola.
[#17] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore per la risposta e per la tempestività
Secondo lei questo arrossamento del glande, che è più lieve la mattina e più intenso la sera, è stata tutta colpa della troppa igiene intima.
Mi potrebbe gentilmente consigliare 1 o 2 marche di detergente?

una curiosità:
dopo 4 mesi se ero venuto a contatto con i virus
- HPV me ne sarei accorto perchè i sintomi (condilomi) sono MOLTO visibili?
- Herpes genitale me ne sarei accorto per il dolore?

Grazie
[#18] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottore mi potrebbe gentilmente consigliare 1 o 2 marche di detergente?
Grazie
[#19] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
le farei volentieri alcuni nomi commerciali ma il regolamento impedisce di fare pubblicità.
Potrà rivolgersi al dermovenerologo che è lo specialista della pelle e delle MST.
Saluti,
Caldarola.
[#20] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Capisco. La ringrazio per tutte le informazioni che mi ha dato Dottore.

[#21] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottore,
sono stato in visita dal Dermatologo e mi ha detto che non ho nulla e mi ha prescritto una crema Epilen da mettere 2 volte al giorno. Che ne pensa? La conosce questa crema? Me la consiglia?
[#22] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Se le ha detto che non ha nulla significa che non ha nulla. Ma questo l'avevamo ampiamente intuito.
Il Collega le ha dato una crema lenitiva: sicuramente le risolverà il problema.
Saluti cordiali,
Caldarola.
[#23] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Dottore Lei ha perfettamente ragione quando scrive "l'avevamo ampiamente intuito", solo che quando vado a fare una visita, vorrei che il Dottore mi dicesse il motivo di questo arrossamento, altrimenti è facile dire "Le prescrivo una crema da mettere 2 volte al giorno". Io vorrei sapere il perchè dell'arrossamento del glande e del prepuzio. Poi mi chiedo:
- è possibile che l'eccessivo detergente intimo abbia "aggredito" il prepuzio?, posso capire la mucosa del glande ma il prepuzio ancora no. Secondo Lei è possibile?
Altra cosa, questa crema lenitiva, va bene per l'arrossamento senza che abbia dolore o fastidio?

Sicuramente dovrò riparlare con il Dermatologo per chiarire meglio il tutto, però se può spiegarmi Lei così eventualmente andrò preparato e potrò togliermi altri dubbi.

Mi scusi se Le faccio tutte queste domande ma per me, Lei è molto preparato.

Grazie

[#24] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottore,
la vorrei aggiornare: il Dermatologo mi ha rivisitato e mi ha confermato che l'arrossamento (molto lieve ) non è dovuto a MST.

Le vorrei fare una domanda molto importante, vorrei sapere se in un rapporto orale passivo c'è un rischio HPV (anche in base alle vostre esperienze lavorative).

Sul sito http://www.epicentro.iss.it/problemi/hpv/hpv.asp è riportato:
"Modalità di trasmissione:
L’infezione da Hpv si trasmette soprattutto attraverso rapporti sessuali vaginali o anali con partner portatori del virus. Il rischio di contrarre il virus quindi aumenta con l’aumentare del numero dei partner sessuali. Anche altri tipi di rapporti sessuali (orali o manuali) possono essere vie di trasmissione, ma molto più raramente."

E vorrei sapere se anche OMS e cdc.gov affermano che la trasmissione in un rapporto orale è difficile.

Vi ricordo che il rapporto è passivo e non attivo.

Grazie
[#25] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Faccio fatica a capire, in un rapporto orale, chi è il passivo e chi l'attivo.
Meglio usare la terminologia fellatio ricevuta o fellatio effettuata.
Lei dovrebbe averla ricevuta.
Il contagio di HPV con i rapporti orali, anche protetti, esiste ed è noto che esista.
Sia per chi la fellatio la pratica sia per chi se la gode. Per essere chiari oltre ogni limite.
Il rischio è sicuramente più basso che per i rapporti geno-genitali, oro-anali e ano-genitali.
Tuttavia parliamo di HPV: che evoca una risposta immunitaria e produce lesioni visibili che lei non ha.
Quindi finalmente si tranquillizzi, metta la crema lenitiva che le ha dato il dermatologo e torni a vivere: se non vi riesce si faccia aiutare.
Buon week end ,
Caldarola.
[#26] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore per la risposta.
Buon week end pure a lei.
[#27] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottore,
sto mettendo la crema lenitiva e mi ridomando una cosa che proprio non riesco a capire.
Noto che gli esami fatti: "hiv,sifilide, clamidia, micoplasma, colturale miceti e gonorrea" sono tutti negativi e visto che lei mi ha spiegato che posso escludere Balanite, Balanopostite e Candidosi, perchè il tampone uretrale è negativo, questo arrossamento (se il glande è di colore rosa questo arrossamento è rosa fosforescente) da cosa è causato allora?
Si pensa che sia dovuto al detergente intimo ma il fatto è che l'arrossamento è iniziato solo dopo 3/4 giorni dal rapporto a rischio e dopo 5 mesi ancora non passa.
Non può essere un'altra la causa? Lei pensa che ho fatto tutti gli esami che dovevo fare?

Grazie ancora Dottore e mi scusi se le scrivo di nuovo
[#28] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Dottore mi scusi ma l'arrossamento leggero del glande e del prezioso (balanopostite) può essere dato da HSV di tipo II ?
Grazie
[#29] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Mi basterebbe sapere se l'Herpes genitale manifesta sintomi e lesioni evidenti. C'è molta confusione su questo argomento.

Oppure mi basterebbe sapere se la balanopostite de Herpes se non curata può rimanere visibile per tutti questi mesi.

La prego risponda, non stiamo giocando.

Grazie
[#30] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Che non stiamo giocando e che lei sia affetto da un D.O.C. me ne sono accorto anche io!
Lei non si fida neppure del dermatologo che ha scelto, che l'ha rassicurata, che le ha detto che non ha nessuna MST che interessa il glande, prescrivendole una crema lenitiva, ma lei trascorre le giornate con la scala colorimetrica per valutare quanto il glande sia più arrossato in punta che a livello del solco balano prepuziale!
Questo è il suo vero problema da sottoporre a uno specialista ad hoc.
Non l'Herpes simplex, non la candida, non la Chlamydia.........
Ha ragione non stiamo giocando!
Se ha dubbi deve consultare un secondo dermatologo perché nessuno, ma proprio nessuno, potrà darle un consulto telematico su un disturbo che richiede un esame DE VISU!
La saluto.
[#31] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per avermi risposto Dottore.
Quello che ho chiesto io è sapere se HSV 2 manifesta sintomi e lesioni evidenti. Questa è una domanda a cui si può rispondere anche senza un esame clinico.

L'ospedale a cui sono andato a fare gli esami e le visite (compresa quella Dermatologica) è un ospedale consigliato dall'Istituto Superiore della Sanità.
Al Medico che mi ha visitato, ho fatto la domanda su HSV di tipo 2 e mi ha risposto che manifesta lesioni e sintomi dolorosi.

Poi navigo su internet e vado su http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=115&area=Malattie_sessualmente_trasmissibili

e leggo:
In genere, la maggior parte delle persone che ha l’herpes genitale non manifesta sintomi né lesioni evidenti.

navigo ancora e leggo in un sito di un dermatologo: Non sempre al primo contatto con il virus compare la malattia. Infatti il contagio può avvenire senza che la persona se ne accorga e la prima manifestazione dell’HSV può manifestarsi anche anni dopo che il virus è entrato nel nostro organismo.

Parlo con il medico, il quale, prima riconferma che ci sono sintomi dolorosi e poi, una volta che gli dico che ho letto questo, mi dice: Effettivamente si può fare le analisi per escludere HSV del tipo 2.

e poi sono io il pazzo che ha il disturbo ossessivo.

Come fate con una semplice visita ad escludere la presenza di un virus che forse non ha dato sintomi e lesioni?

Comunque se mi vorrà rispondere alla domanda, sarò contento perchè una risposta di un medico che scrive su Medicitalia è sicuramente un medico a cui piace la medicina e che vuole aiutare, anche moralmente un paziente.

Grazie
[#32] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Guardi,
Io non sono uno psichiatra ma sono convinto che se lei vi si recasse avallerebbe la mia diagnosi.
Ha appena scritto che è stato presso un ospedale consigliato dall'ISS dove un medico l'ha ampiamente rassicurata.
Lei anzicché chiudere il fascicolo e riprendere a vivere se ne va "vagolando" su internet finché non trova lo spunto giusto per riaprire tutta la questione.
Va dal dermatologo che per rassicurarla le dice che si può fare un banale test sierologico per valutare il suo profilo immunitario contro HSV, lo stesso che si fa di routine prima di una gravidanza programmata!
Apriti cielo!
E ammesso pure che lei, come milioni di Italiani, abbia un pattern sierologico positivo per HSV 1o2 che vorrebbe fare?
Se la patologia si manifesterà a livello genitale avrà sintomi patognomonici, vescicole, reazione linfonodale inguinale, dolore, crosticine e loro caduta e guarigione.
Se non si manifesterà sia pur certo che stare a valutare se oggi il suo glande è più arrossato di ieri non le serve a nulla sul piano clinico ed è espressione di un disagio psichico che le consiglio di affidare a un professionista del ramo.
Concludo: vada dal suo Curante e si faccia prescrivere il test per HSV: il resto è ben spiegato più in alto nella risposta.
Per quello che mi riguarda il mio consulto si conclude qui.
Le auguro di guarire, non certo dall' Herpes Simplex.
Saluti cordiali,
Caldarola.
[#33] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie ancora Dottore, so benissimo di essere un rompi..... ma la mia paura è di infettare altre persone per una cavolata che ho fatto io.
Siccome mi dite che il virus manifesta sintomi e dolori ai geniali e visto che io non li ho avuti, posso stare più tranquillo, anche perché la mia paura mi sta facendo abbassare anche le difese immunitarie.
Grazie ancora e buon lavoro
[#34] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dottore, ho ritirato le analisi (DNA - HPV) e non solo. Tutto Negativo

Ricordando che dopo 4 mesi dal fellatio ricevuto ho avuto i seguenti risultati

- HIV _____negativo
- HBV ____ negativo
- HCV _____negativo
- Sifilide ____negativo

Attraverso il Tampone Uretrale

- Gonorrea____ negativo
- Clamidia (metodo PCR)_____ negativo
- Micoplasma___ negativo
- Colturale Miceti ____negativo


Dopo 8 mesi:

- HPV DNA ________________ negativo

- Triconomas _______________ negativo
- Clamidia (metodo PCR)_____ negativo
- Micoplasma________________negativo
- Colturale Miceti ____________negativo

- Herpes Simplex 2 _________ negativo

Penso proprio di aver finito e penso che posso voltare pagina (se ha dei consigli può scriverli).
Grazie di tutto e grazie per il servizio che offrite