Utente 393XXX
Buonasera, dopo 4 giorni di dolori atroci mercoledì sera mi hanno rimosso una cisti sebacea suppurata delle dimensioni di una palla da biliardino nella zona ascellare, tutto perfetto la sera stessa potevo già muovere il braccio in modo più fluido. La mattina seguente ritorno in ambulatorio dove cambiano medicazione e mi lasciano una specie di tubicino all'interno della pelle per far uscire tutto il pus dandomi appuntamento nel venerdì pomeriggio. Ieri infatti toglie questo piccolo tubicino (mi scuso per il linguaggio poco pertinente) e mi lascia solo un filo di garza all'interno dicendo che serviva per lasciare aperto il taglio e far defluire altri residui. Oggi ultima medicazione toglie tutto e lascia solo una garza senza punti perchè dice non servono. Questa sera vedendomi allo specchio noto che il taglio non è poi così piccolo come pensavo e ora la mia paura è se riuscirà ugualmente a cicatrizzarsi. Il taglio effettuato è di circa 5mm e muovendo un po' la pelle noto proprio un bel buco. Grazie per l'attenzione buona serata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Probabilmente la cisti sebacea suppurata è stata solo incisa(procedura corretta) per drenare il pus e non rimossa(mi hanno rimosso una cisti sebacea suppurata delle dimensioni di una palla da biliardino).
La cisti è stata incisa e la cavità residua è stata zaffata. Il processo di guarigione si realizzerà per seconda intenzione: crescita del tessuto dal fondo e dalle pareti laterali della cavità e richiederà giorni.
Con molta probabilità, se si tratta di una cisti sebacea, sarà necessario, quando la ferita si sarà chiusa, intervenire nuovamente sul residuo capsulare.
Chieda chiarimenti a chi la medica.
Cordiali saluti.