Utente 582XXX
Ho 61 anni.Alto mt 1,70- peso 80, nel 1999 mi venne rilevata una ectasia alla radice aortica ( 43-44 mm) e sul tratto dell'aorta ascendente (41 mm), immutata fino al 2014.
Sono diabetico, con glicata sempre inferiore a 7. Alla terapia antidiabetica, con 850 mg di metformina x 2 volte al giorno è aggiunto fulcro supra,per via di una dislipidemia mista, nonchè lodoz da 5 (in sostituzione del sequacor che ho assunto x circa 5 anni). In particolare giorni addietro, rispetto a luglio 2014 il cardiologo ha rilevato che la radice aortica da 43- 44 mm, misura 45-46 mm:misura rilevata sia in proziezione ( ? ) monodimensionale che bidimensionale.
Il cardiologo è sempre lo stesso stesso e mi ha prescritto di continuare la terapia in atto.
Questa ulteriore dilatazione mi da ansia e preoccupazione. E' opportuna una angio-Tac o altro?
Faccio presente che la pressione arteriosa è sempre intorno a 80/130-135 : va ulteriormente ridotta?
Gradirei suggerimenti in merito.
Grazie anticipate

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
è opportunonchenleineseguanuna TC con mezzo di contrasto per avere una idea sia delle reali dimensioni che dello stato della
parere aortico
arrivederci
[#2] dopo  


dal 2016
Grazie per la cortese risposta. Seguirò il suo suggerimento. Ma la TC con MDC presenta rischi?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I mezzi di contrasto moderni non hanno sostanzuialmente rischi se la funzione renale e' normale.
Arrivederci
cecchini