Utente 393XXX
Buonasera,
Io e il mio ragazzo non abbiamo una vita sessuale attiva perché non riesce mai a raggiungere una vera erezione e quindi non riusciamo mai a fare sesso. Lui dice che tempo fa (io ancora non lo conoscevo) ha avuto uno "strappo" al pene mentre faceva sesso con una ragazza e da lì è sorto il problema, dice anche di aver visto dei dottori che gli hanno dato delle cure ma senza risultati. In più mi sembra che il suo pene non sia dritto ma penda verso sinistra.
Secondo voi è vera questa storia oppure è impotente e non me lo vuole dire? Perché non mi sembra che si impegni molto per risolvere la cosa. È possibile curare questa cosa che ha avuto o anche l'impotenza?
Io vorrei spingerlo a curarsi ma vedo che per lui è fonte di grande depressione e non vorrei creargli ulteriore disagio. Però è un grande problema anche per me e se non si risolverà questa situazione non so quanto questa storia potrà andare avanti.
Vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Salve capisco e comprendo il suo disagio e la sua frustazione

dovremmo avere almeno un ecocolordoppler basale e dinamico penieno che documenti un effettivo problema dei corpi cavernosi
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

potrebbe trattarsi di una situazione simile a quella a cui ho risposto oggi di pene curvo, mancato ottenimento di una rigidità valida per penetrare e difficoltà-impossibilità a mantenere il pene rigido nel tempo senza una stimolazione digitale diretta.
qualche volta questi fenomeni possono essere anche la conseguenza di un traumatismo penieno con sviluppo di uno stato di fibrosi che altera i meccanismi vascolari veno-occlusivi cavernosi a cui si associa inevitabilmente uno stato di ansia prestazionale.
Cerchi di convincerlo a parlarne con un andrologo
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
vi ringrazio, cercherò con i dovuti modi di convincerlo. Grazie e cordiali saluti