Utente 155XXX
Buongiorno,
ho 43 anni e nel complesso in buona salute.
Ho già letto altri consulti sul tema della ginecomastia, ma non ho trovato tutte le informazioni che servono al mio caso.
Da circa un anno ho notato un aumento del volume del petto (soprattutto mammella sinistra) e, credendo si trattasse di ginecomastia, ho fatto qualche indagine.
Premetto che non sono sovrappeso (78Kg per 185cm), anche se per via della vita sedentaria ho accumuli localizzati di adipe (soprattutto fianchi).
Sono stato da un endocrinologo che per verifica mi ha richiesto il dosaggio della prolattina ed una ecografia mammaria.
I risultati sono stati:
S-Prolattina: 12.9 ng/mL (nel range di riferimento di 4-15.2)
Ecografia: non si sono rilevati scompagimenti delle componenti muscolo-fasciali e tendinee delle regioni pettorali. Il modesto imbottimento delle regioni capezzolo areolari bilaterale appare determinato da un accumulo di tessuto fibroadiposo in assenza di parenchima ghiandolare o lesioni nodulari, con aspetti di ginecomastia falsa.

In sostanza dalle analisi sembra trattarsi di pseudo-ginecomastia.
Ora io non so come comportarmi. Toccandomi il petto ho l'impressione che il grasso sia limitato (invece è chiaramente percepibile nella zona lombare). Sembra piuttosto di avere un pettorale sviluppato (sopratutto a sinistra), pur non facendo palestra.
Aggiungo che non ho mai assunto sostanze per potenziare muscolatura o cose simili.
Con un po' di attività fisica perdo qualche kg, ma il pettorale sproporzionato permane.
Il problema mi crea disagio e ora non saprei come comportarmi
Devo procedere alla chirurgia plastica (liposuzione?). A chi devo rivolgermi per valutare il caso? Ad un chirurgo plastico o un andrologo? Un trattamento chirurgico è possibile in regime di SSN?
Oppure esistono degli esercizi per limitarla?
Ringraziandovi per una cortese risposta,
Cordiali Saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

si tratta di un frequente problema di "inestetismo".
Un sacco di maschi, prevalentemente dopo i 40anni, hanno una certa "evidenza" delle mammelle. esclusa una causa fisica (ormoni ed ecografia) l'unica soluzione è chirurgica, estetica,Non faccia attività fisica , muscolare, Se lei aumenta il volume dei muscoli pettorali, l'accumulo di grasso diventa ancora più evidente...
Qualche chirurgo potrebbe operarla nelle strutture del SSN scrivendo nella richiesta di ricovero il sospetto di patologia mammaria........
Non se ne faccia "una croce"
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottore,
da quando ho letto la sua risposta ho cominicato ad informarmi su un possibile intervento.
Da quanto ho capito nel caso di ginecomastia "falsa" non è previsto nessun supporto del SSN, in quanto considederato un intervento per motivi estetici.
I costi per un intervento in Italia mi sembrano eccessivi (nell'ordine dei 5000€), mentre si può risparmiare una cifra consistente rivolgendosi all'estero (Polonia , per esempio).
Secondo lei è sicuro procedere in questo modo? Per mia esperienza all'estero in certi paesei ci sono strutture molto moderne e medici competenti.
Lei può darmi qualche suggerimento di dottore o struttura?

Grazie ancora e saluti