Utente 160XXX
Buongiorno dottori,
19 giorni fa (in periodo per lei fertile visto che era al settimo giorno del ciclo di durata media di 21-22 giorni) io e la mia partner abbiamo avuto un rapporto completo a rischio. Infatti pur usando il condom, dopo l''eiaculazione, estraendo il pene ci siamo accorti che il condom stesso era sfilato per metà, con possibile ma non accertata fuoriuscita di sperma. La settimana scorsa, a 13 giorni dal rapporto ha avuto perdite ematiche simili alle normali mestruazioni anche come flusso, ma risultanti molto più fluide del solito e soprattutto senza i dolori tipici che lei ha durante le mestruazioni stesse. L''inizio di tali perdite è coinciso con l''inizio del ciclo atteso, tenendo sempre conto della durata di circa 21 giorni. Potrebbe trattarsi di perdite da impianto? Quando è consigliabile fare un eventuale test di gravidanza?
Grazie per l''attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In questi casi si ricorre sempre alla contraccezione d'emergenza (EllaOne, Norlevo) .
Per questo motivo è preferibile eseguire un test di gravidanza a distanza di almeno 2 settimane dal rapporto "non protetto ".
Dobbiamo demolire questa leggenda metropolitana delle perdite da impianto , che in questo caso sono un pò troppo precoci
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille dottore.