Utente 259XXX
Salve, avrei necessità di un vostro parere in riferimento all'oggetto.
Mio figlio di 26 anni svolge attività agonistica da parecchi anni nel basket.
Da tutti i controlli fatti precedentemente non ha mai avuto nessun problema.
E' un fisico atletico allenato e non fumatore.
Ieri a seguito del controllo periodico di ecg da sforzo non gli è stata concessa l'idoneità sportiva per l'agonismo. Mai avuto dolori svenimenti ad altro di significativo.

Protocollo 30x2 Fc massimale 194, massim fc 135(69%), max pa sist 200, max pa dias 80, HRR 44, total exercise tima 11,28, mass MET 11,2 , mass Vo2 39,2, ST=j+60.
Il referto dice: ecg basale ritmo sinusale, alterazioni mi9nori della ripolarizzazione.

Test ergometrico eseguito con carichi progressivi di 30 watt ogni minuto fino a 210 watt positivo per ischemia in assenza di sintomatologia soggettiva. (st sottolivellato in sede anteriore) F.C. max 132/min pari al 68% della FC max PA 200/80 D 26400.

Gradire poter aver la vostra opinione in merito all'esame ed avere consigli.
Il cardiologo che ha fatto l'esame ha consigliato di ripetere l'esame dopo una settimana.


Ringraziando della disponibilità sinceri saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
le ho già' risposto in privato.
buona giornata
cecchini
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
A seguito del precedente esame è stato consigliato di fare un ecostress.

La prova fatta ha dato risultati negativi e pertanto è stato riferito che non ci sono problemi e che le anomalie evidenziate nel primo esame sono fisiologiche.

Anche il parere del cardiologo che ha eseguito il primo ecg sottosforzo è che il cuore è sano e che può riprendere attività sportiva ma per problemi di responsabilità non si sente di dare l'idoneità.

Mi pare un controsenso e una mancanza di professionalità.

E' stato solo riscontrato un valore della pressione minima un po alto.

Sinceramente non sono molto tranquillo, come si fa a dire tutto ok ma non ti do l'idoneità, quando altri cardiologhi di Livorno e pisa affermano che è tutto ok dopo l'esame di ecostress?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le prove da sforzo possono dare falsi positivi.
Detto questo suggerirei una scintigrafia da sforzo od una TV coronarica

Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Egr. Dott. come da Lei consigliato è stata fatta una TC coronarica di cui allego il referto.


Indicazioni cliniche: valutazione anatomia coronarie.
Indagine effettuata mediante scanner TC a 320 slice in condizioni basai i e dopo somministrazione di mdc organoiodato
ad alto flusso con acquisizione in fase angiografica con gating cardiaco prospettico.
Biometria 185 cm 82 Kg; BSA: 2.06 mA2; BMI: 24 kg/mA2.
Frequenza cardiaca durante l'esame: 61 BPM.
Pressione arteriosa prima dell'esame: 140-60 mmHg.
Dosimetria: DLP: 113 tnGy.
MDC: Ultravist 370 mg/ml, 80 mi, 5 mi/sec.
Ca score: Agatston O; Score volume: O (i valori sono espressione di rischio molto basso di CAD «5%)).
Origine della arteria circonflessa dalla coronaria destra, immediatamente a monte del ramo per il nodo seno-atriale, a
decorso retroaortico.
Dominanza coronarica destra.
Coronaria destra senza significative alterazioni parietali fino alla crux, in presenza di bridging subepicardico con l'atrio
destro, esteso per circa 20 mm, a livello del segmento intermedio.
Arteria interventricolare posteriore senza significative alterazioni parietali.
Ramo postero-Iaterale destro senza significative alterazioni parietali.
Tronco comune senza significative alterazioni parietali.
Discendente anteriore con duplicazione al tratto intermedio e ramo setta le di piccolo calibro, ramo laterale di buon
calibro, privi di significative alterazioni parietali.
Primo, secondo e terzo diagonale senza significative alterazioni parietali.
Quarto cHagGn.diti nnform6. -
Circonflessa a origine dalla coronaria destra e decorso retroaortico, senza significative alterazioni parietali, di piccolo
calibro nel tratto distale.
Non significative alterazioni a livello delle camere cardiache.
Non significativo versamento pericardico.
Non evidenziabili apposizioni trombotiche endocavitarie.
Valvola aortica morfologicamente tricuspide.
- Bulbo: 31 mm x 32 mm x 34 mm.
- Giunzione sino-tubulare: 28 mm x 29 mm.
Conclusione: origine anomala della arteria circonflessa dalla coronaria destra (variante retroaortica); bridging
subepicardico a carico della coronaria destra nel tratto intermedio; nons egni TC di malattia coronarica a carico delle
coronarie.

Il ragazzo non ha mai avuto alcun sintomo durante le partite e allenamenti.

Gradirei un suo parere e consiglio su come procedere.
Se possibile può illustrarmi il problema in modo comprensibile per uno non competente. Cercando su internet mi è sembrato di capire che non è una anomalia grave. Che soluzioni possono esserci.

Grazie e Saluti
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sono emerse due malformazioni congenite: un'origine anomala della arteria circonflessa , peraltro priva di stenosi (restringimenti) ed un "ponte" subepicardico della coronaria destra, lungo circa 2 cm.
Non penso che sia prospettabile una correzione chirurgica di questo quadro, ma potrebbe consultare un cardiochirurgo per un altro parere.
la terapia e' principalmente con farmaci calcio antagonisti ( che sicuramente le avranno prescritto).
L'attivita' sportiva non e' indicata e dubito che le possano fare un certificato di idoneita' alla luce del referto che ci ha mostrato.
Nella sua citta' esiste un'ottina cardiologia pubblica aklla quale puo' far riferimento .
Cordialita'

cecchini
[#6] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per l'interessamento e l'immediata risposta.

Al momento il ragazzo ha sospeso l'attività sportiva a seguito di questa tc da Lei consigliata, mentre per altri cordiologi dopo l'ecostress l'hanno fatto giocare a livello agonistico senza prescrivere nessun altro accertamento.......


Al momento non è stato prescritto nessun farmaco ma è stato prescritto di fare una risonanza , un holter , e un ulteriore ecostress. cosa ne pensa?

Pensa che non sia prospettabile una correzione chirurgica perché non necessaria o perché troppo rischiosa?

Il problema è legato alla sola attività sportiva?

la ringrazio nuovamente della disponibilità e sono ben accetti tutti i sui consigli e indicazioni in questo momento di grande angoscia.

Saluti
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
molte persone hanno le stesse patologie congenite e non lo sanno e hanno una vita normale.
Io sconsiglierei l'attivita' sportiva ed intrapernderei una terapia farmacologica.
Si appoggi alla Cardiologia della sua citta'.
Se avesse bisogno siamo sempre qui.

cordialita'
cecchini