Utente 393XXX
Buongiorno dottori, ho 26, a volte soffro di dolore al braccio sinistro, e a volte al petto, non sempre tutti e due nello stesso lasso di tempo. Il dolore al braccio è assolutamente sopportabile anche nei casi più gravi, così come quello al petto. Il dolore al braccio non sempre copre tutta l'area ma a volte si presenta tra spalla (non compresa) e gomito (non compreso), a volte all'avambraccio, a volte diffuso lungo tutta la lunghezza del braccio ma nella parte posteriore (quella del gomito), a volte si aggiungono leggeri formicolii, diffusi o meno. A volte anche la mano è interessata anche se non spesso, più spesso lo è la spalla. Per quanto riguarda il petto, il "dolore" che è più che altro un senso di oppressione o leggero bruciore, nei casi più gravi è diffuso e copre tutta l'area, può unirsi a dispnea più o meno intensa e sembra presentarsi più facilmente quando sono agitato o provo delle forti emozioni, anche entusiasmo. Faccio presente che i sintomi riportati gli ho già avuti in passato, ma negli ultimi mesi (da luglio) ho avuto degli attacchi di tachicardia improvvisi forse dovuti a mancanza di magnesio, e uno di panico per il quale sono stato portato al pronto soccorso. Mi sono stati prescritti e assumo tutt'ora degli ansiolitici. Esami fatti: del sangue, tutto nella norma, tranne una riscontrata mancanza di magnesio appunto e valori che il mio medico mi ha segnato come non rientranti nella norma di bilirubina totale, diretta e indiretta, due elettrocardiogrammi, e un ecocardiogramma, tutti e tre negativi. Riporto anche un dolore non costante alla schiena, precisamente all'altezza del cuore che a volte si aggiunge all'altra sintomatologia, e ho spesso mani e piedi molto freddi in inverno. Temo ci siano problemi col cuore e nonostante gli esami positivi non sono mai tranquillo quando i sintomi si presentano e penso continuamente all'infarto. Mi è stato prescritto l'esame holter che non ho fatto, non ritenendolo necessario, ma forse ho sbagliato. Inoltre aggiungo che soffro di extrasistole in maniera sporadica. Non so cosa pensare, non ho una postura ottimale e a breve dovrò fare delle lastre, il medico dice che forse è la schiena che provoca i disturbi al petto, che a volte si presentano anche come piccoli dolori intercostali, o dovuti a determinati movimenti, ma non ne sarei certo, altrimenti non li avvertirei nei momenti di stress, agitazione o eccitazione. Forse c'è qualche problema a livello gastrico e dell'apparato digerente per diversi motivi che ora non riporto, e forse qualche ernia, visto che a volte dopo sforzi più o meno intensi, anche andare al bagno, avverto un dolore intenso alla parte bassa della schiena che poi bassa dopo un pò. La preoccupazione principale comunque rimane il cuore e questo dolore al braccio che da una settimana a questa parte è giornaliero anche se non costante.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi le rispondo solo per quanto di mia competenza...il cuore non c'entra.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Crede che possa trattarsi di angina pectoris? I sintomi non sono più o meno quelli? Inoltre vorrei riportare una cosa che ho tralasciato prima, nel primo referto è riportato un soffio sistolico ma non riesco a leggere bene cosa c'è scritto a riguardo per via della scrittura illegibile del medico. Quali altri esami mi consigliereste?