Utente 393XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni e scrivo su questo sito per cercare un parere su ciò che mi sta capitando ultimamente. Parto col presupposto che da Luglio/Agosto circa ho iniziato a soffrire d'ansia con in particolare due episodi importanti di attacchi di panico. Non sto a raccontare tutto quello che è avvenuto dopo, ma dopo aver fatto gli esami e i controlli necessari (tra cui ECG, esami del sangue, radiografia toracica) è venuto fuori che molto probabilmente i miei disturbi sono derivati dall'ansia e da un sovraccarico di stress, tant'è che ora sono in cura con una psicologa e sto decisamente meglio, riesco infatti a tenere a bada l'ansia e a vivere pressoché tranquillamente. Il vero problema è che da quando ho avuto il primo episodio di attacco di panico (in cui ho seriamente temuto per la mia vita) ho sviluppato una sorta di iper-attenzione nei confronti dei segnali che il corpo mi manda; segnali che fino a qualche mese fa ho sempre ignorato bellamente. Arrivando al punto ultimamente provo spesso una sorta di tensione addominale dopo mangiato e proprio oggi ho notato che sto andando spesso ad urinare e le mie urine sono piuttosto bianche e trasparenti. Di solito non vado così spesso ad urinare e ciò mi ha dato da pensare. Inoltre dopo l'orgasmo, per i cinque/dieci minuti immediatamente successivi, faccio fatica a far uscire la pipì pur sentendone lo stimolo; preciso che quando urino raramente sento bruciori importanti ma oggi in particolare ci ho fatto più caso, infatti ho sentito un leggerissimo bruciore. Negli esami del sangue e delle urine gli unici valori leggermente anomali sono quelli delle proteine nelle urine e del calcio nel sangue. Inoltre ho notato dei nei nel tronco del pene (tra cui uno un po' più grande che però ho sempre avuto) e un piccolissimo neo nel glande; ho notato anche una macchia un po' più scura nella zona del rafe penieno, subito dopo il rafe scrotale.I nei non mi danno nessun fastidio, sono regolari e per nulla rialzati, ma mi hanno comunque dato da pensare perché ne ho visto uno che non ricordavo di avere!

Gentili professionisti non so se il mio sia semplicemente un condizionamento mentale ma sarei davvero desideroso di sentire la vostra importante opinione.

Aspetto vostra risposta, distinti saluti.

Gabriele
[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Che le urine siano più chiare ed abbondanti può accadere quasi esclusivamente poiché lei sta assumendo più liquidi di quanto fosse abituato a fare in precedenza. Vi posso essere altre rae possibilità. ma queste verrrebbero evidenziate già ai più comuni esami di sangue ed urine, che invece lei ci dice essere negativi. Inoltre, lo stato di ansia e stress si sa che amplifica a dismisura la sensibilità allo stimolo ad urinare. Nelle donne questo è addirittura proverbiale. In sintesi, non crediamo proprio che lei abbia dei problemi dal punto di vista urologico, ma certamente sarebbe utile la valutazione specialistica di un nostro Collega, cui ogni maschio adulto si dovrebbe sottoprre almeno una volta ogni 10 anni, anche in assenza di disturbi.
[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dr. Piana sono felice di aver ricevuto una risposta in tempi così brevi e la sua opinione mi ha tranquillizzato non poco. Stasera subito dopo aver chiesto il consulto qua online, mi sono recato alla guardia medica vicino a casa, per avere subito delle delucidazioni in merito al mio forte stimolo ad urinare di questo pomeriggio. Dopo aver effettuato un test delle urine (quello per rilevare se ci fosse qualche infezione) la dottoressa mi ha informato che non è emerso assolutamente nulla, anzi, tutto perfetto. Al che non ha ritenuto necessario prescrivermi nessun farmaco e ha escluso anche la sua precedente ipotesi di cistite. Mi consiglia di visitare un andrologo? E inoltre, è normale il forte bruciore che provo quando urino forzatamente dopo l'eiaculazione? Mi scusi per la prolissità dei miei commenti ma ci tengo a fornire un quadro dettagliato della mia situazione. Vi ringrazio per la vostra grande disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Avere qualche difficoltà ad urinare subito dopo l'eiaculazione è normale, poiché in questa fase il collo della vescica si contrae in modo riflesso ed involontario, appunto per consentire al liquido seminale di percorrere l'uretra verso l'esterno e non refluire in vescica, cosa che sarebbe di per sè molto più facile. Lo specialista di riferimento è senz'altro l'urologo, l'andrologo si occupa di altri tipi di problema (es. impotenza, infertilità, ecc.).
[#4] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Mi scusi, ho chiaramente confuso urologo con andrologo. Ho alcuni altri sintomi che avrei piacere di sottoporre all'attenzione di voi professionisti ma per quanto riguarda il campo nefrologico mi pare di non avere grossi problemi e lei mi ha saputo dare delle risposte certamente esaustive. La ringrazio tantissimo per la sua disponibilità e per le pronte risposte, apprezzo davvero tanto il servizio che offrite online. Non sarà possibile fare diagnosi online ma di certo aiutate noi ignoranti in materia a prendere più confidenza con il nostro corpo e a conoscerci meglio, senza magari spaventarci per ogni minima cosa. La ringrazio ancora infinitamente, buon lavoro.

Distinti saluti.
[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
C'era una imprecisone nel nostro precedente commento, che abbiamo provveduto a correggere.
[#6] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Non si preoccupi, non avevo nemmeno notato. La ringrazio anche per la scrupolosità dei suoi interventi.