Utente 351XXX
Buongiorno volevo esporre il seguente quesito: Mio figlio ventinovenne circa un mese fa, dovendosi sottoporre a una visita di lavoro necessaria per proseguire nella sua attività, è stato posto in convalescenza perché gli è stata riscontrata una pressione particolarmente elevata con note di extrasistole. Gli è stato detto di andare dal proprio cardiologo e di approfondire la questione. Fatto ciò si sarebbe dovuto ripresentare per le visite. Appurato in seguito che l'ipertensione è dovuta solo a stress da bracciale, il nostro cardiologo ha proceduto a un'analisi approfondita con holter pressorio (nella norma) ecocardiocolordoppler (anch'esso nella norma) holter ecg. Le conclusionii di quest'ultimo sono:
Ritmo sinusale a frequenza ventricolare media 64 b/m
La frequenza cardiaca minima è stata 42 alle ore 06:51
la frequenza cardiaca massima è stata 110 alle 12:55
Le pause superiori a 2,5 sec. sono state 0
Si registrano n. 4303 battiti ectopici ventricolari, con 34 brevi episodi di bigeminismo e 13 brevi episodi di trigeminismo ventricolare.
Si registrano inoltre n. 72 battiti ectopici sopraventricolari.
Normale la fase di ripolarizzazione ventricolare.
Il cardiologo ci ha rassicurato dandogli solo una piccolissima dose di un ace-inibitore, di cui non ricordo il nome, che lui dopo circa 20 giorni ha voluto sospendere.
Chiedevo un altro parere su questa situazione e se possiamo stare tranquilli visto che lui, tra l'altro, è uno sportivo! Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
visti i risultati delle indagini eseguite e la negatività dell'Holter pressorio non vedo il motivo per prescrivere un antipertensivo come l'ACE inibitore in questione. Per le extrasistoli, seppur numericamente significative, la negatività dell'ecocardiogramma ci tranquillizza e mi sento di propendere per la benignità dell'aritmia. E' bene comunqnue evitare alcune cose: il fumo (se suo figlio fuma), le bevande gasate, gli alcoolici, la cioccolata in eccesso e gli eccitanti (compreso caffè e the).
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottor Rillo! Mi scusi ma solo stasera mi sono accorto della sua risposta!