Utente 324XXX
Buongiorno,

ho commesso una leggerezza e volevo capire che tipo di rischi posso aver corso. Nel tentativo di capire se una macchia che ho su un dente fosse una carie o un pezzo di cibo incastrato, ho comprato un kit completo di specillo (credo si chiami così quello strumento con l'uncino) e specchietto da dentista. Nel tentativo di tastare ed eventualmente rimuovere la macchia, ho notato che le gengive han cominciato a sanguinare dopo che un pezzo di tartaro si era staccato. Ho immediatamente smesso di toccarmi, e stabilito che tocca andare dal dentista perché un pezzo di cibo non era. Notando che la punta dello specillo era leggermente sporca di sangue sono stato assalito da un dubbio: dal momento che sicuramente quel tipo di kit (a basso costo, made in India) non era sterilizzato, ho pensato che potesse essere contaminato da batteri, germi e/o virus. La scatola era chiusa ovviamente, e con il senno di poi lo avrei almeno lavato subito, ma lì per lì ho pensato che così come non sterilizzo uno spazzolino appena lo compro, non fosse il caso di lavare questo specillo solo per tastarmi un dente. O meglio, che uscisse 'pulito' abbastanza dalla fabbrica per potermi toccare un dente (senza contare che non avrei comunque potuto sterilizzarlo). Non mi aspettavo di metterlo a contatto con il mio sangue, anche se ripeto che non mi sono ferito con lo specillo: le mie gengive sono sensibili e un minimo di tartaro rimosso sanguinano. Quello che verosimilmente é successo é che lo specillo si sia sporcato del sangue fuoriuscito in seguito alla rimozione del tartaro. Da ipocondriaco, volevo chiedere: anche se dubito che in fase di produzione possa essere venuto a contatto con sangue infetto, che tipo di rischi ho corso? Anche nel caso in cui le condizioni igieniche di produzione non fossero buone, il tempo intercorso tra la produzione e il mio utilizzo sarebbe sufficiente per disattivare virus di HCV, HBV e HIV?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
la diagnosi l'ha fatta da solo.
Lei è un soggetto ipocondriaco!
Non vi è alcuna possibilità di trasmissione di alcuna malattia infettiva con l'episodio che le è accaduto.
Piuttosto, la prossima volta che ha un dubbio sulla salute dei denti vada dall' odontoiatria e lasci stare il fai da te.
Saluti,
Caldarola.