Utente 113XXX
Salve. Questa mattina mi sono svegliato con un forte dolore alla parte bassa della schiena, tra il coccige e le natiche. Sembrava come se fosse un dolore di tipo osseo e per la prima parte della giornata non ci ho dato molto peso. Dopo qualche ora, stando seduto, ho sentito il dolore riacutizzarsi. Ho deciso quindi di dare meglio un'occhiata facendo una fotografia alla zona e ho notato un arrossamento tra le natiche e due puntini a distanza ravvicinata. Il dolore è abbastanza fastidioso e non vorrei si trattasse di una ciste. Mi sembrerebbe anche abbastanza strano dato che so che da quelle parti tali situazioni si verificano nella maggior parte dei casi quando vi è scarsa igiene (e non è il mio caso, visto che sono un tipo piuttosto attento da questo punto di vista). Potrebbe darsi che tale situazione, al contrario, si è venuta a creare a causa del mio eccessivo zelo nella pulizia dell'area durante il bidet? Cercando un po' in giro ho trovato delle foto di una situazione molto simile alla mia (seppur in forma più grave) detta Sinus pilonidalis. Potrebbe essere questo il caso? Visto che ad occhio il problema sembra essere piuttosto lieve (leggero arrossamento dell'area e due piccolissimi forellini a circa 5mm di distanza), posso stare tranquillo e magari provvedere alla pulizia dell'area con acqua ossigenata?

Grazie mille anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Potrebbe.Farei una visita chirurgica per una conferma della diagnosi ed indicazioni terapeutiche. Prego.
[#2] dopo  
Prof. Luigi Basso
24% attività
8% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente, probabilmente è una cisti coccigea o sacrococcigea o sinus pilonidalis. Ovviamente, si faccia visitare e confermare la diagnosi. Tenga la parte pulita, detersa, depilata. Questo aiuta ma, in prospettiva, è possibile che debba rimuovere la cisti/fistola. Schematicamente, vi sono 5 opzioni chirurgiche:
1. tecnica aperta (decorso 3 mesi),
2. marsupializzazione (decorso 2-3 mesi),
3. tecnica chiusa (decorso 15-20 giorni, se non si apre),
4. lembi vari (chirurghi plastici),
5. intervento mini-invasivo di Bascom-Gips (decorso 5-10 giorni).
Io personalmente eseguo quasi sempre l'intervento mini-invasivo di Bascom-Gips, particolarmente indicato nei giovani e nelle donne, visto il basso impatto psicologico ed estetico.
Cordialmente.