Utente 237XXX
Gentili dottori, mia moglie deve eseguire una isteroscopia operativa con raschiamento per asportare alcuni polipi endometriali. Nel centro PMA dove ci seguono ci hanno informato che ciò verrà eseguito in anestesia totale con durata di circa mezzora-1 ora.
Quale indagine preliminare hanno richiesto l'esecuzione di un elettrocardiogramma che ha avuto il seguente esito:
tachicardia sinusale a FC di 103 bpm, conduzione A-V regolare, asse elettrico equilibrato, non turbe della fase di ripolarizzazione ventricolare, ECG ai limiti della norma.

La domanda è: l'esito dell'elettrocardiogramma è negativo al punto tale che potrebbe far saltare l'intervento? O in casi del genere nulla osta ad effettuarlo come previsto in anestesia generale?

Grazie

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, non ritengo affatto che questo referto ecgrafico possa pregiudicare la possibilità di eseguire l'esame endoscopico previsto.
Ovviamente trattandosi di un intervento in AG esso sarà preceduto dalla visita anestesiologica in cui si farà un completo esame clinico della paziente candidata, valutando anche tutti gli esami pre-operatori richiesti.
E se non vi saranno altri motivi che potrebbero emergere in sede di visita certamente non sarà l'ecg, per altro normale, ad ostare anestesia e procedura chirurgica.
Cordiali saluti