Utente 393XXX
Salve a tutti,
ho 20 anni e un pene di circa 6 cm a riposo (il che causa dismorfofobia per gli spogliatoi) e di 14 cm misurato dalla base/osso pubico al glande in erezione, per una circonferenza di poco più di 13 cm.
Pur essendo perfettamente consapevole di avere una lunghezza eretta totalmente nella media, nonchè una circonferenza sopra la media, continuo a vedere il mio membro "piccolo", vuoi per la sproporzione lunghezza/larghezza, vuoi per un po' di grasso sul pube (escono circa 11 cm), vuoi per la solita psicologia maschile. Purtroppo sono ancora vergine per cui non ho esperienze sessuali che possano far svanire ogni titubanza.
Mi chiedevo se i famosi esercizi manuali per l'allungamento del pene funzionassero, questo per guadagnare quel paio di cm in più che aiuterebbero la mia considerazione.
In particolare svariati siti consigliano di esercitarsi con uno stretching e poi col famoso jelqing (ovvero la "mungitura" del pene). Sebbene riscontri alcuni pareri contrari da parte degli andrologi, è anche vero che trovo molti risultati documentati.
Se questi esercizi non fossero dannosi, tentar non nuocerebbe, anche alla luce del fatto che comunque posseggo un pene perfettamente normale.
Ringrazio medicitalia per la considerazione e per la professionalità di chi gratuitamente ci offre assistenza!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si pasticci con indicazioni e manovre che potrebbero essere completamente inutili.

Visti i suoi problemi dismorfofobici e le sua giovane eta', e' ora arrivato il momento di sentire indiretta il suo urologo di riferimento.

Sara' lui a darle le precise e corrette indicazioni da seguire.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

come le consiglia il dottor Beretta cerchi di consultare un andrologo che possa definire meglio la sua situazione "dimensionale".
I vari esercizi non servono a nulla. se lei è così determinato a fare qualcosa per aumentare le dimensioni del suo pene perché non si applica per cercare di perdere un po' di "ciccia" in modo che il suo pene non venga "nascosto" dal grasso pubico?
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta,
per il Sig. Dr.Pozza, sto ovviamente facendo anche quello, per perdere chili e grasso.
Spero che quello che sto per dire non venga preso per arroganza e presunzione perchè è esattamente l'opposto: ci sono dei studi che dimostrano l'inefficacia o (peggio) la dannosità degli esercizi di allungamento?
I risultati di molti (e non parlo dei soliti siti "ho allungato il mio pene di 20 cm in una settimana!") sembrano contraddire questa ipotesi.
Per il Sig. Dr.Beretta, cosa potrebbe dirmi il mio urologo/andrologo, a parte che ho un pene nella media (cosa che le misure e la mia lucidità mi hanno fatto già capire)?
Ringrazio entrambi i medici per l'attenzione e la risposta!
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il suo androogo, in primis, potrebbe valutare la sua reale situazione anatomica ed eventualmente con lei, se necessarie, darle le corrette indicazioni terapeutiche.

Ancora un cordiale saluto.