Utente 355XXX
Salve, da poco più di due mesi sto seguendo una terapia per la gravidanza, che consiste in assunzione elevata di progesterone. Nello specifico, ogni giorno mi faccio un'iniezione di prontogest da 2ml nel gluteo. Il medicinale è oleoso, perciò scaldo le fiale nelle mani per scioglierlo un po' prima dell'iniezione con siringa pic e ago da 21g. La puntura è sempre dolorosa, ma il problema sorge negli ultimi giorni:sono diventata molto sensibile all'odore del medicinale che mi nausea e recentemente pochi secondi dopo la puntura sono stata presa da attacchi di tosse e dispnea della durata di una decina di minuti e che mi lasciavano un senso di nausea per il resto della giornata. Da cosa può dipendere?
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Secondo il mio parere deve sospendere per valutare una eventuale intolleranza o allergia agli eccipienti oleosi della fiala di PRONTOGEST.
Altra possibilità e un eventuale passaggio (di piccole dosi ) del farmaco in piccoli capillari venosi e in quindi in circolo.
In questi casi è sempre bene tenere a portata di mano un cortisonico di emergenza.
SALUTI