Utente 174XXX
Gent.mi dottori,
vi scrivo per un problema riscontrato a mio marito.
In seguito ad un ecocolordopplergrafia eseguita di recente gli è stata diagnosticata una dilatazione dell'aorta ascendente. Vi riporto il referto:

Ventricolo sn di dimensioni ai limiti alti della norma (DTD 56 mm)
Normali spessori parietali
Dilatazione aorta ascendente (45mm)
Normale la cinesi globale e regionale (Fe60%)
Lieve insufficienza mitralica
Pericardio e sezioni destre nei limiti.

Mio marito ha 48 anni ed è alto 184 cm e pesa circa 95-97 Kg. Non è fumatore e la sua pressione è buona a volte anche bassa.

Lavora su catena di montaggio con turni stressanti e siamo preoccupati per la situazione.
Voi cosa mi consigliate? Quando intervenire?
L'intervento chirurgico è pericoloso cosa aspettarci?
Deve prendere precauzioni tipo non fare sforzi, perdere peso?

Questo aumento dell'aorta gli fu diagnosticato anche circa 15 anni fa dalla medicina del lavoro ma solo con radiografia.

Grazie per la vostra disponibilità e per il servizio che offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non vedo alcuna necessita di intervento.
Il diametro della radice aortica deve essere commisurata anche alla superficie corporea e suo marito sembre un uomo piuttosto ...grosso...
Puo' controllare annualmente con una ecografia eventuali variazioni di diametro.
Ma si tranquillizzi.
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dr. Cecchini
mi ha tranquillizzata.