Utente 546XXX
salve.. ho 38 anni e un figlio di 3 anni e 9 mesi arrivato naturalmente e al secondo tentativo... un anno e mezzo fa ho ricominciato a provarci.. e dopo svariati tentativi falliti ho cominciato a fare degli esami ..ho fatto analisi... tamponi.. isterosalpingografia..monitoraggi follicolari. mio marito lo spermiogramma e spermiocoltura.. insomma da questi esami è uscito solo che ho una bassissima riserva ovarica.. ovvero 0.40 ma ovulo regolarmente (produco 7 follicoli a volta).. cicli regolarissimi.. (e non mi è mai saltato un ciclo)... follicoli che raggiugono le dimensioni normali per poi scoppiare.. insomma a livello di ovulazione non ho avuto problemi... disperata mi sono sottoposta a due inseminazioni intrauterine.. la prima su ciclo spontaneo ..la seconda con stimolazione ormonale.. la seconda volta sono rimasta incinta.. ma si è interrotta alla sesta settimana... questo succedeva a giugno.. ho aspettato che tornasse il ciclo naturale a luglio e sono andata in vacanza.. e di nuovo sono rimasta incinta.. stavolta naturalmente... e anche questa volta interrotta alla sesta settimana... in entrambi gli aborti (avvenuti di seguito) le modalità sono state le stesse.. beta basse che crescevano poco senza raddoppiare per poi scendere all'improvviso... nessuna perdita di sangue.. in seguito ai due aborti.. mi sono sottoposta ad esami genetici (polibortività) curva glicemica e insulinica.. e isteroscopia... dai quali non è uscito nulla.. ora mi chiedo è stata solo sfortuna? è un problema di attecchimento? in entrambe le gravidanze ho subito preso ovuli di progesterone e cardioaspirina ma a quanto pare non è servito.. forse avrei dovuto rincarare la dose.. forse dovrei assumere qualcosa di piu' forte? non so piu' che pensare.. prendo degli integratori per migliorare la qualità ovocitaria... inofert.. chirofert.. megared.. e mio marito prende profert e bioarginina.. anche se lui non ha nessun problema... so che non è facile dare un'opinione a riguardo ma non so piu' che pensare.. possibile che siano stati in entrambi i casi ovuli ciechi? possibile che i miei follicoli facciano schifo vista la mia riserva ovarica bassa? grazie
[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Per dare una risposta più concreta, occorrerebbe conoscere nel dettaglio le risultanze di tutti gli esami cui si è sottoposta finora.
Li posti con le date di esecuzione, raggruppati per tipologia.
Grazie.
[#2] dopo  
Utente 546XXX

Iscritto dal 2008
guardi... un anno fa esatto ho fatto l'isterosalpingografia e l'esame dell'ormone antimulleriano con valore 0.40 quindi bassissimo... poi ho fatto per 3-4 mesi di seguito monitoraggi follicolari.. per valutare l'ovulazione... ad ogni monitoraggio ho sempre prodotto di base 7 follicoli... e ne scoppiava uno verso il 16-17 giorno... a maggio ho fatto la prima inseminazione su ciclo spontaneo...fallita... la seconda il mese dopo con stimolazione ormonale... e sono rimasta incinta.. ma si è interrotta alla sesta settimana.. questo accadeva a giugno di quest'anno.. il ciclo naturale mi è tornato a metà luglio... ad agosto sono andata in vacanza e sono rimasta incinta naturalmente.. ma di nuovo interruzione alla sesta settimana.. tra settembre e ottobre ..quindi da poco ho fatto analisi genetiche e isteroscopia .. e non è risultato nulla.. è tutto ok... quindi l'unico dato certo è l'ormone antimulleriano bassissimo... il fatto che comunque riesco a restare incinta visto che ho già un figlio e per altre due volte ci sono riuscita... .. entrambi gli aborti hanno avuto le stesse caratteristiche.. nessuna perdita di sangue.. beta basse che non raddoppiavano ma crescevano lentamente.. e poi all'improvviso scendevano...( non ho dovuto fare il raschiamento in entrambi i casi)... entrambe le volte ho assunto ovuli di progeffik (uno di mattina e uno di sera) e la cardioaspirina.. ma a quanto pare non sono stati d'aiuto.. assumo integratori per migliorare la qualità ovocitaria e l'ovulazione.. inofert.. chirofert.. e ora anche megared... mio marito non ha problemi.. ha fatto lo spermiogramma ad ottobre..ed era perfetto.. e nelle due inseminazioni che ho fatto a maggio e a giugno di quest'anno risultava essere ancora perfetto...
[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Analisi genetiche....quali?
Il fatto che l'AMH sia molto basso è indice di ridotta riserva ovarica.
Questo potrebbe incidere in caso si opti per una fecondazione assistita.
Saluti.
[#4] dopo  
Utente 546XXX

Iscritto dal 2008
a parte aver fatto le analisi per fibrosi cistica e quelle del cariotipo... (tutte ok).. dopo i due aborti ho fatto queste:
anticardiolipina IgG
anticardiolipina igM
lac (lupus anticoagulant)
fattore due variante (g20210a)
fattore V leiden
MTHFR C677T
omocisteina
anti ena Sm
anti ena RNP
anti ena SSa( Ro)
anti ena SSb (La)
anti ena Scl-70
anti en jol
anti muscolo liscio (asma)
anti nucleo (IFI scrrening)

anti tireoglobulina
TPO (ANTI MICROSOMI)

E POI CURVA GLICEMICA E INSULINICA -- tutto nella norma

[#5] dopo  
Utente 546XXX

Iscritto dal 2008
comunque non intendo riccorrere nuovamente a tecniche di fecondazione.. spero di riuscirci naturalmente come è successo un mese fa e come è successo con mio figlio... spero solo di non abortire di nuovo... forse il mio è un problema di attecchimento dell'embrione.. forse dovrei assumere qualcosa di piu' forte oltre ai due ovuli di progeffik.. e alla cardioaspirina.. lei che dice?
[#6] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Anzitutto, la lista degli esami da effettuare non è completa. Personalmente richiedo i seguenti esami:

Anticorpi anti: Nucleo – DNA – Fosfolipidi totali - Cardiolipina (ACA IgM ed IgG) – Endotelio – Muscolo liscio - Antigene microsomiale tiroideo – Tireoglobulina – ENA – Beta 2 Glicoproteina IgM ed IgG – Endomisio – Gliadina - Transglutaminasi
- Dosaggio frazioni C3 e C4 del complemento
- Dosaggio Immunoglobuline sieriche totali e frazionate
- Dosaggio glicemia, Insulinemia ed Hb Glicosilata a digiuno su prelievo singolo con calcolo HOMA – IR*
- Uricemia, GOT, GPT, LDH, Elettroliti, QPE, Emocromo completo, Es. Urine con valutazione del sedimento urinario, aPTT, PT, Fibrinogeno, AT III, D-Dimero
- Dosaggio degli Immunocomplessi circolanti
- Ricerca cellule LE - Ricerca del LAC (Lupus anticoagulant) e dei fenomeni LAC-correlati (KCT, RVVT) (se positivi, ripetere dopo 8 settimane)
- Valutazione di un esperto in Genetica Medica su di una eventuale incompatibilità HLA fra Lei e Suo marito con tests specifici (HLA - G)

- Tests per trombofilia congenita:
Omocisteinemia a digiuno
Dosaggio Proteina C attivata
Dosaggio Proteina S attivata
Valutazione della resistenza alla proteina C attivata
Ricerca mutazione Leiden del Fattore V
Ricerca della mutazione G20210A del fattore II
Ricerca mutazione dell’enzima MTHFR e delle sue varianti alleliche principali (C677T – A1298C)-

Tests per ipofibrinolisi congenita:
Polimorfismo PAI 1 (ricerca genotipo 4G/4G)
Polimorfismo ACE (ricerca genotipo ACE D/D)
Ricerca mutazioni fattore XIII
Ricerca mutazioni fattore XII
Ricerca mutazione Beta – Fibrinogeno
Ricerca Mutazione HPA – 1
Ricerca mutazione gene APOB ed APOE

- Dosaggio di Progesterone e PRL in 18° - 21° e 23° giorno del ciclo, contando dal primo giorno del flusso mestruale, associando Ecoflussimetria Doppler delle Arterie Uterine

- Tampone vaginale e cervicale per: germi comuni, Ureaplasma, Mycoplasma, Chlamydia

- Citologia endometriale (ricerca plasmacellule) su prelievo dedicato (per-isteroscopico o Vabra o Endocyte)

- Cariotipo della coppia su linfociti del sangue periferico con ricerca delle mutazioni per la fibrosi cistica

- Esame del liquido seminale del partner dopo adeguata preparazione – in caso di marcata teratospermia, eseguire un esame FISH (o TUNEL test) sul liquido seminale.

- Dosaggio fT3, fT4, TSH

- Isteroscopia con biopsia endometriale da valutare sia istologicamente sia funzionalmente con endometriocoltura e ricerca infiltrati linfoplasmacellulari in casi selezionati.


In merito alle terapie, esse, ovviamente, dipendono essenzialmente dalle risultanze degli esami innanzi esposti che sono utili nel determinare le cause delle abortività ripetute nel 75 - 80% dei casi.