Utente 125XXX
Buongiorno,
mia mamma 83 anni soffre di artrosi diffusa con problemi alla schiena (stenosi) e gonfiori sopratutto al ginocchio destro.
Solo di recente ha trovato giovamento con deltacortene 25 mg mezza al giorno.
Il gonfiore del ginocchio è diminuito molto (si era formato del liquido che è sceso fino alla caviglia) ma sopratutto al mattino fà fatica a starci sopra ed è presente da un pò una ciste dietro il ginocchio.
Ha fatto diverse visite fisiatriche tramite l'USL ma hanno consigliato solo deambulatori, bustini e magnetoterapia di cui non ha trovato giovamento.
Il medico di base ha consigliato una visita dall'ortopedico anche privatamente.
Siamo andati in un centro privato, il quale però ha consigliato di fare prima una visita fisiatrica per poi provare a fare cicli laser o tecar.
Insomma ci ha sconsigliato di fare una visita dall'ortopedico perchè secondo loro è indicata solo in caso ci sia alternativa chirurgica.
Ora siamo abbastanza confusi e mi domando quale sia la strada migliore da seguire...
L'ultimo rx al ginocchio risale al 2013 e indicava:
modesta gonartrosi bicompartimentale con addensamento dei piatti tibiali ed apuntimento delle spine intercondiloidee.
Appuntimento del polo superiore della rotula.
Minima riduzione di ampiezza dello spazio femoro tibiale mediale.
Immagini lamellari a densitàcalcica nello spazio femoro-tibiale e mediale laterale, suggestive per calcificazioni meniscali.
Tono calcico ridotto.

Ripropongo in questa sezione sperando in una risposta:
Aggiornamento: Siamo stati dall'ortopedico che ha fatto 2 infiltrazioni al ginocchio di cortisone.
Dice che il problema più evidente è il ginocchio che ha postura evidente a X.
Lieve miglioramento dopo infiltrazioni.
Siamo d'accordo che a dicembre ci si riaggiorna per vedere come procedere. Il dottore dice che se non migliora si valuterà l'intervento, ma alla prima visita non l'aveva proposto.
Ci ha detto che le infiltrazioni di acido ialuronico sono poco efficaci e anche le terapie che ho indicato sopra.
Se potete darmi informazioni e un vostro parere su un eventuale intervento al ginocchio per una 83enne in buona salute (sono interventi di routine ben tollerati dai pazienti anziani?)e se confermate che le terapie e infiltrazioni non servono granchè.
Grazie
Saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Verduci
24% attività
4% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Salve,
in base a quanto da lei riportato, nel caso in cui la sintomatologia di Sua madre non dovesse giovare degli attuali trattamenti in atto, concorderei con l'opzione di un intervento chirurgico di protesizzazione del ginocchio.

Apro giusto una parentesi sull'eventuale trattamento infiltrativo con ac. ialuronico: è vero che non è risolutivo e che in alcuni casi non sortisce effetto sulla sintomatologia, ma nel caso Sua madre rifiutasse l'intervento chirurgico, potrebbe essere un soddisfacente compromesso per fornire all'articolazione una migliore viscoelasticità e ottenere così dei periodi esenti da dolore.

Le consiglio, in ogni caso, di rivolgersi a un centro che effettua un buon numero annuo di questi interventi di protesizzazione del ginocchio, per il miglior trattamento possibile della patologia.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta, abitiamo vicino a Bologna e qui ci sono strutture qualificate.
Solo che volevamo evitare l'intervento data l'età.
Di solito sono interventi che si eseguono in anestesia generale, o possono essere fatti anche con la locale?
Per quanto riguarda le infiltrazioni di acido ialuronico il nostro medico di base si era reso disponibile ad eseguirle.
Pensa sia una cosa fattibile o è meglio farle fare da uno specialista ortopedico o fisiatra?
saluti